ESTERO - 03/06/2020

#futsalmercato (e non solo), i dubbi di Sampaio: "Potrei smettere di giocare"

L'emergenza sanitaria e una stagione a dir poco tribolata impongono al bomber una profonda riflessione: "Lo scorso anno è stato veramente duro. La priorità è la famiglia, e mio figlio di cinque anni: troppi spostamenti non fanno bene. Se problematici ancor di più"

Avevamo accolto il ritorno in Italia di bomber Conrado Sampaio, che ci era stato ”scippato” dalla Francia dopo l’ennesima sontuosa stagione di goal e prodezze – ultima in ordine di tempo quella con il Signor Prestito CMB – con un sorriso a trentadue denti, smaniosi di rivedere le sue giocate sui nostri parquet. Ma la doppia parentesi francese prima e quella italiana poi, con Petrarca e Città di Sestu, posero mille interrogativi a livello di regole di trasferimento finendo per coinvolgere, nel peggiore dei modi, la sfera privata del talento brasiliano,,con passaporto portoghese, che di sicuro non meritava di vivere – a prescindere da tutto – una situazione così grossa, certamente più di quanto avrebbe immaginato.

E quando oggi gli chiediamo se tornerà in Italia la risposta non può più di tanto spiazzarci.

”Come avrete notato tutti quello passato è stato un anno davvero molto difficile per me - afferma il classe 1985. - Mi sono capitate in pochi mesi situazioni che non erano mai successe in tutta la carriera e quindi oggi mi domando se sia questo il momento di smettere di giocare a futsal, perché prima o poi quel giorno arriverà. Sono stato in Francia e ho avuto problemi, in Italia problemi poi la Federazione mi ha bloccato: certo è stata anche colpa mia perché evidentemente ho scelto male”.

Priorità alla famiglia.

”Di certo oggi il pensiero principale è per mio figlio che più di tutti ha subito in negativo questa situazione. Per lui tutti questi spostamenti, a maggior ragione se negativi, non gli fanno bene. Lui qui in Brasile si trova molto bene, in più c’è la mia famiglia a supportarmi. Nella testa del bimbo tra francese, portoghese, italiano inevitabilmente c’è del caos e non mi va di sovraccaricarlo. Quindi che fare’ Continuo con il calcio a 5 con tutti i cambiamenti che comporta e le solite insicurezze dettate magari dal fatto che alcune squadre non pagano tutto, che i presidenti cambiano idea dall’oggi al domani, etc oppure ci penso due volte? Perché intendiamoci: se una stagione fila liscia va tutto ok ma se iniziano i problemi noi giocatori paghiamo grandissime conseguenze, che rivestono anche la sfera privata”.

Cambiare idea non sarà facile.

”Certo posso credere sia stato il classico anno storto, succede a tutti e ci può stare. Però in ogni caso la mia famiglia dovrà venire con me se decidessi di sposarmi. In più si è messo questo coronavirus che ci ha spinto a riflettere su quelle che sono le vere priorità della vita e in questo momento non può che essere la famiglia. Come vedi ho tanti pensieri per la testa, tantissimi dubbi. Non so dirti se resterò in Brasile o andrò in Francia o Italia perché non ho la certezza al 100%. Tornerei se cambiasse qualcosa, se sentissi la fiducia che merito”.


  SERIE A2 - 16/07/2020
#futsalmercato, spunta il terzo incomodo: su Mateus piomba deciso il Futsal Cobà

Il gioiellino verdeoro del Mantova, conteso in un primo momento da Sandro Abate e Sporting Sala Consilina, potrebbe presto unirsi agli Sharks. Sei le reti messe a segno in Serie A lo scorso anno, uno scudetto e una Coppa Divisione già in bacheca

[...]
  SERIE B - 16/07/2020
Dalla Puglia un'altra rinuncia alla Serie A2: Sammichele riparte dai cadetti

Il club contesta alla Divisione Calcio a cinque "un'insufficiente riduzione dei costi di partecipazione. In più i tempi strettissimi (dal 7 al 20 luglio) per presentare un eventuale domanda di ripescaggio con relativa fideiussione bancaria". La nota ufficiale

[...]
area rosa
  SERIE A2 - 16/07/2020
#futsalmercato, il Padova riabbraccia Cristina Garcia: "Sono pronta"

La classe 1998 torna a vestire la maglia biancoscudata dopo due stagioni: "L'obiettivo è sempre quello di imparare e arricchire il mio bagaglio personale. È la prima volta che mi metto in gioco in A2 e questo mi stimola"

  SERIE A2 - 16/07/2020
E' (inesorabilmente) da Anteprima a ufficialità: Moragas al Buldog Lucrezia

Il club riabbraccia il pivot argentino che ha già indossato la casacca gialloblu nella stagione 2016/17 in cadetteria: in quell'occasione, sotto le direttive di mister Renzoni, il classe 1994 realizzò trenta reti in venticinque presenze

[...]
  SERIE B - 16/07/2020
Anche la Pro Nissa fa i conti con le strutture inadeguate: "Niente Serie A2"

I vertici del club: "Eravamo pronti per il salto, avendo tutte le carte in regola per farlo, ma abbiamo dovuto rinunciare per le condizioni del PalaCarelli e del PalaMilan. La società per queste ragioni comunica la rescissione consensuale con l'allenatore Sandro Tarantino"

[...]
altre notizie
   VARIE - 16/07/2020
   VARIE - 14/07/2020
   ESTERO - 13/07/2020
   ESTERO - 12/07/2020
   ESTERO - 12/07/2020
   ESTERO - 12/07/2020
   ESTERO - 12/07/2020
   SERIE A2 - 12/07/2020
   SERIE B - 11/07/2020
   ESTERO - 11/07/2020
   SERIE A - 11/07/2020
   ESTERO - 10/07/2020
   VARIE - 09/07/2020
   ESTERO - 09/07/2020
   ESTERO - 09/07/2020
top news
>> LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
in collaborazione con Apri Collaborazioni