VARIE - 30/06/2020

Si scrivono le regole della stagione 2020/2021: come sarà il futsal che verrà?

Alle 11 la riunione del Consiglio Direttivo di piazzale Flaminio, chiamato alla stesura del comunicato numero uno e alla definizione dei principali punti sui quali si articoleranno i campionati del post-Covid. Da rivedere il criterio per le ultime promozioni dalla Serie C

L’appuntamento è fissato alle 11 presso la sede della Divisione Calcio a 5 di piazzale Flaminio 9: saranno solamente i cinque consiglieri rimasti in carica dopo le dimissioni di Antonio Dario, Luca Fadda e Alessandro Diberardino (sommate a quelle dell’ormai ex presidente Andrea Montemurro), oltre al segretario Fabrizio Di Felice, a discutere sulla composizione del comunicato numero uno che rappresenterà l’argomento principe dell’ultimo Consiglio Direttivo della stagione 2019/2020 e indirizzerà l’organizzazione dell’attività agonistica in quella 2020/2021.

I contenuti di massima del comunicato numero uno li abbiamo snocciolati nel nostro servizio del 23 giugno scorso, ma ci sono alcune novità che verosimilmente andranno a implementare il testo e riguarderanno soprattutto i numeri del nostro calcio a cinque nella stagione del post-coronavirus. Numeri legati in particolare alla composizione degli organici.

SERIE A - Continua a tener banco la formula del più importante dei campionati nostrani. Se fino a qualche giorno fa, nella loro nota congiunta del 28 maggio, nella quale chiedevano sia il blocco delle retrocessioni che l’ammissione delle società aventi titolo della Serie A2, i club avevano aperto di fatto alla possibilità di una Serie A divisa in due gironi; ultimamente starebbe prendendo piede l’ipotesi di non derogare dal girone unico, ”stringendo” il numero delle partecipanti a sedici.

Una soluzione che, in una stagione che partirà non prima del 17 ottobre (questa la data richiesta dai club di Serie A per il via del nuovo campionato) e che dovrà contemplare almeno un mese di soste per la disputa del Main Round per gli Europei del 2022 e della Final Eight di Coppa Italia (senza contare i tempi richiesti dalla disputa dei playoff), rischia concretamente di terminare ben oltre il 30 giugno 2021 se non verranno previsti dai quattro ai sei turni infrasettimanali.

In realtà, il ”piano B” della Divisione prevede che le squadre aventi diritto all’iscrizione sono diciannove (le sedici provenienti dalla Serie A e le tre vincitrici dei gironi di A2 della stagione 2019/2020): questo ha determinato l’iniziale numero massimo di venti squadre per il nuovo campionato. A queste va sottratto il Real Rogit (che ha già comunicato la sua intenzione a non iscriversi), mentre fluttuano le posizioni di Latina e Real Arzignano, che stando alle ultime novità provenienti dal Veneto starebbe definendo la fusione con l’Arzignano Team per ripartire direttamente dalla Serie A2. Resta ancora un punto interrogativo la posizione del Carré Chiuppano, la CDM Genova rientrerà in gioco per la massima categoria, mentre il Melilli ha dichiarato con forza di essere pronto a disputare il campionato di Serie A anche a girone unico e anche con diciotto partecipanti. Autoescludendosi da tutte le competizioni se questo non dovesse verificarsi.

Insomma, se non è un rebus poco ci manca. Oggi capiremo molto di quelli che potrebbero essere gli scenari futuri del massimo campionato.

LE ALTRE CATEGORIE - Novità anche per quello che riguarda l’organico della Serie A2: il numero massimo di squadre previsto sarà esteso con ogni probabilità a 64 e non 48, questo per far fronte ad una eventuale carenza di iscrizioni delle aventi diritto, pronte per essere rimpiazzate da chi, dalla Serie B, deciderà di chiedere l’ammissione alla categoria superiore. Confermato, per la Serie B, l’allargamento dell’organico a 112 unità.

Nel femminile, il numero massimo di partecipanti alla Serie A verrà limitato a diciotto per chiudere a sedici; per l’A2 rosa si punta a portare l’organico a 56 squadre.

DALLA SERIE C - Particolarmente caldo potrebbe rivelarsi l’argomento legato alle otto squadre da promuovere dalla Serie C1, riconducibili alle sette che sarebbero salite dai playoff nazionali più la vincitrice della Coppa Italia di categoria. Il motivo del contendere verterrà sul principio del merito sportivo: la Divisione Calcio a 5 ha proposto ai Comitati Regionali, nella conferenza dei rappresentanti di giovedì 25 giugno, la promozione in Serie B delle seconde classificate degli otto campionati italiani espressione del maggior numero di società affiliate, ossia Lazio, Sicilia, Veneto, Campania, Abruzzo, Lombardia, Marche ed Emilia Romagna. Ma bisognerà fare i conti con alcune situazioni che meritano il massimo approfondimento.

In Sardegna, il Cagliari è stato dichiarato vincitore ex-aequo col C’è Chi Ciak Serramanna, salendo di fatto in Serie B, mentre la Sardegna non è contemplata tra le prime otto regioni virtuose e la promozione del Cagliari finirebbe legata ad una domanda di ammissione che non avrebbe modo di esistere se si tenesse conto della meritocrazia sportiva espressa dal campo e non finalizzata all’organizzazione dell’attività regionale.

L’Itria, in Puglia, dopo una stagione dominata in lungo e in largo, ha perso a tavolino l’ultima partita giocata prima della sospensione (o meglio non giocata) perché il presidente Nicola Felice non mandò la squadra ad Aradeo nel turno infrasettimanale del 3 marzo, località dove il giorno precedente era stato registrato il primo caso di coronavirus: il giudice sportivo sentenziò, inflessibile, lo 0-6 a tavolino penalizzando l’Itria di un punto in classifica (LEGGI QUI); senonché, il giorno dopo la sentenza, arrivò la decisione del presidente regionale Tisci di sospendere i campionati (LEGGI QUI), beffando il club di Cisternino, tra l’altro vincitore della Coppa Italia regionale della Puglia e finalista nazionale (fase in cui era una delle favorite per la vittoria finale).

Oppure il Febbre Gialla, seconda classifica in Trentino Alto Adige, con la quarta media punti a livello nazionale, ma di fatto esclusa dal lotto delle promozioni in Serie B per il collocamento della regione di appartenenza oltre l’ottavo posto.

Inutile rimarcare come l’unico elemento di determinazione debba essere il merito sportivo, con la vittoria nella fase regionale della Coppa Italia che deve costituire un bonus migliorativo in sede di valutazione conclusiva. Il criterio proposto dalla Divisione, insomma, va totalmente bocciato su tutta la linea, ben lungi dal riconoscere i meriti di chi il risultato l’ha costruito e ottenuto sul campo.

Diverso, invece, il ragionamento legato alle promozioni dalla Serie C femminile, dove il valore attribuito all’attività svolta dal Comitato Regionale di appartenenza in campo rosa è sempre stato discriminante.

LA PARTECIPAZIONE DEI GIOCATORI - Non ci dovrebbero essere significative sorprese sui limiti dei giocatori da impiegare. Il vincolo da rispettare rimane dettato per la Serie A, dalla circolare CONI del 2006 in cui si stabilisce che nelle distinte di gara da consegnare agli arbitri il 50% degli atleti devono essere italiani e ”formati”. I limiti previsti per la partecipazione agli altri campionati nazionali maschili dovrebbero ribadire le ”quote” già contemplate nella passata stagione, con sette tra italiani e formati per la Serie A2 e otto per la B, mentre nell’Under 19 sarà possibile utilizzare due giocatori nati nel 2000 e tre nel 2001.

LE ISCRIZIONI - Mentre i costi verranno resi noti con la pubblicazione del comunicato numero uno, possiamo dire che le iscrizioni si dovrebbero chiudere alla mezzanotte del 28 luglio e subito dopo cominceranno le operazioni di verifica della Covisod, le società non in regola avranno tempo qualche altro giorno per presentare i loro ricorsi, sui quali si pronuncerà definitivamente il Consiglio di Lega recependo le indicazioni date dalla Commissione di Vigilanza. Il Consiglio Direttivo che provvederà a definire gli organici e comporre i gironi si riunirà entro la prima decade di agosto.

 


  SERIE A2 - 08/07/2020
D'Ambrosio risposa l'Atletico Cassano: "Sono felicissimo, questa è casa mia!"

Il cassanese doc rinnova: "Sono tornato in punta di piedi a dicembre e passo dopo passo sono riuscito a conquistare la fiducia di compagni, mister, staff e società, riuscendo anche a togliermi grandi soddisfazioni. Non li ringrazierò mai abbastanza"

[...]
  SERIE A - 08/07/2020
Nicolò Baron è sul #futsalmercato: terminata l'avventura con il Carrè Chiuppano

Il saluto del classe 1996: "Abbiamo raggiunto un obiettivo storico e inaspettato anche per noi stessi, quindi devo solo ringraziare il club per avermi dato questa opportunità di inserire nel curriculum la mia seconda promozione in serie A. Se un addio o arrivederci non so"

[...]
area rosa
  SERIE A - 06/07/2020
Serie A/F: formula, impiego delle giocatrici e oneri di iscrizione

Saranno al massimo sedici le squadre che parteciperanno all'edizione 2020/2021. Massimo cinque le squadre retrocesse. Il contributo stanziato dalla Divisione Calcio a 5 è di 1600 euro. La fideiussione contenuta in € 2500

  SERIE B - 08/07/2020
Capitan Pedone e le Aquile ancora insieme: "La priorità è sempre stata la Sefa"

Il centrale rinnova: "Dopo queste due meravigliose stagioni cercherò di continuare a migliorare mettendomi a disposizione del gruppo e dello staff tecnico, ho tanta voglia di vincere con questi colori. Il mio motto non cambierà: cuore e grinta!"

[...]
  SERIE B - 08/07/2020
Sporting Altamarca, Murador ci crede: "Un buon anno per crescere e migliorare"

Il classe 2003: "Sono molto felice del mio rinnovo e sono prontissimo per questa nuova stagione alla ricerca di nuovi traguardi sia collettivi che personali. Obiettivi? Si punta sempre in alto, proveremo a migliorare la prestazione dell'anno precedente"

[...]
altre notizie
   SERIE A - 08/07/2020
   VARIE - 06/07/2020
   VARIE - 06/07/2020
   VARIE - 06/07/2020
   VARIE - 06/07/2020
   SERIE B - 06/07/2020
   SERIE A2 - 06/07/2020
   VARIE - 06/07/2020
   ESTERO - 06/07/2020
   ESTERO - 05/07/2020
   SERIE A - 05/07/2020
   SERIE U19 - 04/07/2020
   ESTERO - 03/07/2020
   SERIE C1 - 03/07/2020
   ESTERO - 03/07/2020
top news
>> LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
in collaborazione con Apri Collaborazioni