SERIE A2 - 31/07/2020

La nuova A2 parte col pienone. Ma ci sono due casi da chiarire. Quattro gironi?

Riempite tutte le 48 caselle previste. Tre le domande di ripescaggio e undici quelle di ammissione benedette dalla Covisod, fuori gioco la Siac Messina. Da chiarire la questione-Monferrato (iscrizione presentata oltre i termini) e il ruolo del Chiuppano. La formula appare scritta

Solamente la Siac Messina non farà di fatto parte dell’organico del prossimo campionato di Serie A2. Al momento, salvo novità dell’ultimo istante, i peloritani dovrebbero essere gli unici tra i richiedenti a giocare in seconda divisione, a restare fuori dal posizionamento delle pedine sullo scacchiere della nuova stagione. Ma potrebbero esserci novità in merito, e poco più avanti spiegheremo il perché.

I conti fatti l’indomani la chiusura delle iscrizioni e verificati con attenzione il giorno successivo, lasciano indubbiamente parlare di un risultato assolutamente positivo, a coronamento di una iniziativa che appariva necessaria per fronteggiare il rischio del crollo delle presenze a causa della crisi da pandemia, iniziativa che ha evidentemente prodotto gli effetti auspicati.

I NUMERI - Pienamente rispettate le nostre anticipazioni. Tutte dentro le 29 società aventi diritto facenti parte dell’organico nella passata stagione, oltre alle otto vincitrici dei rispettivi gironi della Serie B. Oltre i termini è arrivata anche l’iscrizione del Città di Asti, il cui incartamento dovrà essere valutato dalla Covisod che deciderà sull’ammissibilità o meno del club che ha trasformato la sua denominazione in Futsal Monferrato.

Le domande di ripescaggio sono state presentate da Fenice Veneziamestre, Bulldog Lucrezia e Castelfidardo, che dunque ritroveremo tra le partecipanti all’A2 dal prossimo 17 ottobre assieme alle otto società che hanno inoltrato correttamente domanda di ammissione, vale a dire Bubi Merano, Vis Gubbio, Nordovest, New Taranto, Giovinazzo, Bovalino, Orsa Viggiano e Gear Siaz Piazza Armerina. Una di queste, però, dovrà aspettare la risposta della Covisod sulla questione-Monferrato (che tra l’altro avrebbe anche richiesto lo scivolo per giocare in Serie B), che si esprimerà definitivamente all’inizio della prossima settimana.

Alla luce di questa situazione, rischia seriamente di tramontare la possibilità del Carrè Chiuppano di ottenere il paracadute per giocare in A2 anziché in Serie A. I vicentini, come tutti sapranno, hanno presentato la loro domanda di iscrizione nella massima categoria ma al tempo stesso hanno chiesto di ”ripartire” dalla seconda divisione, mentre il regolamento prevederebbe il piazzamento tra i cadetti qualora ci sia disponibilità di posti: anche questo un giallo che animerà l’attenzione degli addetti ai lavori nei prossimi giorni.

Nel frattempo, la Covisod ha già espresso il proprio parere positivo per tutte le altre richiedenti, ma l’atto che segnerà la conclusione favorevole dell’iter di iscrizione, verrà sancito dal Consiglio di Lega del prossimo 6 agosto, propedeutico al Consiglio Direttivo della Divisione Calcio a 5 che il giorno dopo - venerdì 7 agosto - ufficializzerà l’organico e definirà i gironi attraverso i quali si articolerà la stagione 2020/2021.

QUALE FORMULA? - Fin qui tutto abbastanza chiaro. Ma la domanda sorge più che mai spontanea: saranno tre gironi da sedici o quattro da dodici? La risposta la da automaticamente il calendario.

Con la prima giornata fissata per il 17 ottobre, lo sviluppo di una ”regular season” che conteggerà comunque trenta turni porterà a terminare il campionato a terminare il 15 maggio, senza mai fermarsi e senza considerare alcuna interruzione per lo svolgimento di eventi. Va da sé che le società avranno indubbiamente delle difficoltà per gestire una stagione così intensa. Calcolando le soste (minime) il rischio è di arrivare a giocare alla fine di giugno playoff e playout. A meno che non si organizzino diversi turni infrasettimanali per contenere lo sviluppo degli impegni, condizione che finirebbe per cozzare con la volontà globale di contenere al massimo gli impegni di spesa.

A questo punto la possibilità di passare alla soluzione dei quattro gironi da dodici diventa chiaramente la panacea del problema. Calendario più snello, ventidue giornate in totale, andata che si chiuderebbe a dicembre permettendo anche due settimane di stop per fine anno, miglior gestione delle date per localizzare gli impegni nel primo quadrimestre del 2021 e, soprattutto, conclusione di playoff e playout in tempi certi e sicuramente con un dispendio economico inferiore. Insomma, la tendenza è per questa soluzione e ci sembra del tutto logica.

Nei prossimi giorni, anche in riferimento ai provvedimenti conclusivi della Covisod, ne sapremo molto di più. La certezza comunque c’è: La nuova Serie A2 partirà all’insegna del gran pienone.


  SERIE B - 08/08/2020
Marchegiani accoglie la Serie B: "E' il coronamento di un lavoro di squadra"

Il ds anconetano felice per l'ammissione ai cadetti, adesso ufficiale: "Abbiamo smentito coloro che ricamavano sulla rinuncia dell'Ankon di due anni fa. Trozzi? Una persona di sport e leale che ci ha dato un rinnovato slancio, contento di condividere con lui questa esperienza"

[...]
  SERIE B - 08/08/2020
#futsalmercato, un rinforzo di prospettiva per Mardente: Attinà è del Catanzaro

La matricola di patron Tassone si assicura le prestazioni di uno dei giovani più interessanti del panorama calabrese, in arrivo dalla Futura. Si dividerà tra prima squadra e Under 19. Francesco: "Darò il mio contributo per portare più in alto possibile la mia nuova squadra"

[...]
area rosa
  SERIE A - 07/08/2020
Verso la nuova stagione: ecco la "Top Ten" del massimo campionato

Città di Capena e Granzette sono due le new-entry dopo la vittoria dei rispettivi gironi di A2, ripescato invece il Pelletterie. Completano il quadro Real Statte, Bisceglie, Falconara, Cagliari, Kick Off, Lazio e Montesilvano

  SERIE B - 08/08/2020
#futsalmercato, il Bongio...rno si vede dal mattino: ecco il bomber della MGM

Ancora un innesto di peso per mister Craperi, con il ds Dei Cas che ha chiuso l'operazione con i cugini dell'Olympic per portare in neroverde il pivot classe 1986: i suoi gol saranno basilari per l'economia stagionale della compagine della Valtellina

[...]
  SERIE B - 08/08/2020
#futsalmercato, l'Hellas preferisce andare sul sicuro: arriva Marco Marzotto

E' il quarto portiere a disposizione di Pino Milella, oltre a Caceffo, Mazzoni e Fontaniello. Ma sul piatto della bilancia il neo-acquisto potrà mettere le militanze con Arzignano Team in C1 e Real Arzignano in Serie A! La scorsa stagione ha giocato in C2 col San Bonifacio

[...]
altre notizie
   SERIE C1 - 07/08/2020
   ESTERO - 07/08/2020
   SERIE B - 07/08/2020
   SERIE A2 - 07/08/2020
   SERIE A2 - 07/08/2020
   SERIE A2 - 07/08/2020
   SERIE A2 - 07/08/2020
   SERIE C1 - 07/08/2020
   SERIE C1 - 06/08/2020
   SERIE A2 - 06/08/2020
   ESTERO - 06/08/2020
   SERIE C1 - 06/08/2020
   GIOVANILI - 06/08/2020
   SERIE B - 06/08/2020
   SERIE A2 - 06/08/2020
top news
>> LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
in collaborazione con Apri Collaborazioni