SERIE A2 - 12/07/2020

#futsalmercato, la classe al servizio di Daniele Sau: Casagrande resta al Milano

Rinnovo servito per il talentuoso giocatore che affronterà la terza stagione al servizio dei colori meneghini. Matteo non nasconde l'attesa: "Ho una gran voglia di tornare a giocare e rivivere lo spogliatoio con i miei compagni, faremo bene anche il prossimo anno"

Il Milano Calcio a 5 annuncia il rinnovo per la prossima stagione di Matteo Casagrande. Il giocatore, milanese di nascita, vestirà la maglia biancorossa per la stagione 2020/2021.

Classe. Quando si parla di lui non può che venire in mente questa parola. Matteo Casagrande metterà a disposizione la sua classe ed esperienza ancora per il Milano. Nonostante qualche difficoltà a riadattarsi alla A2, le sue giocate hanno esaltato e divertito il pubblico del Seven Infinity.

- Altra stagione col Milano. Le tue sensazioni?

”Non vedo l’ora di ricominciare. C’è una gran voglia di tornare a giocare e rivivere lo spogliatoio con i miei compagni”.

- Come è stato il ritorno in una categoria come la A2?

”Ho faticato un po’ all’inizio per riadattarmi nuovamente alla categoria e ad un modo di giocare diverso dopo tanti anni di Cornaredo, ma il bilancio è ampiamente positivo. Peccato aver concluso così perché avremmo potuto fare qualcosa di strepitoso e, nonostante un calo fisiologico, eravamo ampiamente in corsa per fare l’impresa di vincere il campionato”.

- Dall’alto della tua esperienza come giudichi questa squadra?

”Perderemo un elemento fondamentale come Vitor che in molte circostanze è stato decisivo nella passata stagione. L’ossatura della squadra però è solida e ci sono tutti i presupposti per fare bene anche il prossimo anno”.

- Pandemia. È stato un periodo difficile. Come l’hai passato?

”Difficile è dir poco. Ci sono stati momenti duri e situazioni difficili da accettare. Quando torneremo a giocare sarà come una liberazione”.

IL GIUDIZIO DI DANIELE SAU - Mister Sau si aspetta molto da lui.

”Con Casagrande chiudo il trittico che, con Bonaccolta e Migliano, arrivava da una pessima stagione al Cornaredo. Lo avevamo già cercato in passato almeno un paio di volte. È uno dei giocatori più talentuosi del panorama lombardo e ha avuto una stagione con alti e bassi. Deve migliorare dal punto di vista caratteriale. Questa è una categoria che richiede una forza mentale più elevata rispetto a quella che Matteo ha dato al Cornaredo dove era un po’ coccolato e dove poteva permettersi di non giocare al massimo per fare bella figura. Questo non è possibile in A2 e non è possibile in una squadra come il Milano. Ha avuto un inizio difficile, poi una parte centrale della stagione sicuramente buona e una parte pre-covid, bloccato anche da una forte influenza, non eccellente. Forte dell’esperienza di quest’anno mi aspetto che lui sia più solido mentalmente e che possa essere più continuo per tutta la stagione”.


altre notizie
18/07/2020
Matteo Gargantini non si schioda dal Milano: "Saremo [...]
17/07/2020
#futsalmercato, il Milano lo blinda: il gladiatore [...]
17/07/2020
Milano, la porta è al sicuro. Mauri: "La fiducia della [...]
16/07/2020
Il Milano lo blinda, Ferri: "Ci faremo sentire anche nella [...]
09/07/2020
#futsalmercato, la conferma al Milano come regalo di [...]
05/07/2020
Volonteri sposa ancora il Milano: "I nostri obiettivi [...]
04/07/2020
Conferme di #futsalmercato, a difesa dei pali del Milano [...]
>> LEGGI TUTTE