SERIE A - 23/04/2020

Presente e prossimo futuro del futsal, Musumeci: "Serve una condivisione totale"

Il patron della Meta Catania spiega il suo punto di vista dopo aver promosso l'iniziativa del "cartello delle 10". "Divisione, Serie A, A2 e B: tutte insieme dobbiamo lavorare per trovare delle soluzioni idonee. Per battere il Covid-19 ci vuole unità di intenti"

Enrico Musumeci, patron della Meta Catania, è stato uno dei firmatari del comunicato congiunto che dieci società di Serie A hanno elaborato e inviato alla Divisione Calcio a 5 per esprimere la loro posizione in merito sia alla difficile situazione che si è venuta a creare nel nostro Paese a causa del Coronavirus, ma sia quelle che sono le proposte da poter condividere e attuare in un progetto di riforma che possa abbracciare l’intero arco del futsal nazionale.

La ”conditio sine qua non”, secondo Musumeci, è la necessità di trovare un punto strategico comune.

”Per ripartire - spiega - bisogna che tutti insieme troviamo le soluzioni idonee, e quando dico tutti insieme dico la Divisione con le società di Serie A, A2 e B per quanto riguarda il nazionale e tutte le altre categorie per quanto riguarda il regionale. Ci vuole unità dei intenti per venire fuori da questo grosso problema, credo che sia questa la cosa che merita la massima attenzione da parte di tutti”.

La Meta, se la stagione verrà cristallizzata, terminerà i suoi impegni in piena playoff. Ma con un cruccio... doppio.

”Per il secondo anno consecutivo ci apprestavamo a disputare la Final Eight di Coppa Italia con due formazioni, sia con la prima squadra che con l’Under 19. Una cosa che mi riempie di orgoglio ma sicuramente un grosso dispiace per i miei ragazzi che si stavano tutto preparando per partecipare a questo evento. Insomma, un vero peccato per come l’annata andrà a chiudersi, per tutti. Oggi, però, la vita delle persone e la salute è più importante rispetto al calcio: adesso, insomma, bisogna capire come ripartire, perché le problematiche saranno legate alla crisi economica che investirà di imprese e sponsor, ma non solo. Non dimentichiamoci i9 problemi sanitari, perché bisognerà capire che cosa fare con i palazzetti chiusi, comunque sapendo quali siano le misure da prendere per ripartire in tutta sicurezza”.


altre notizie
01/07/2020
#futsalmercato, un profilo internazionale per la Meta: si [...]
27/06/2020
#futsalmercato, la Meta ha la sua coppia di numeri uno: [...]
18/06/2020
Da Anteprima (vera) a ufficialità: la Meta Catania [...]
16/06/2020
#futsalmercato, un'ufficialità a passo di tango: [...]
15/06/2020
#futsalmercato, la Meta pesca in Venezuela: arriva Carlos [...]
14/06/2020
#futsalmercato, gol e sostanza per la Meta Catania: Italo [...]
12/06/2020
#futsalmercato, un altro tassello per Samperi: il "Cholo" [...]
>> LEGGI TUTTE