SERIE A - 07/05/2020

La Meta lavora sotto traccia per la prossima Serie A: consultazioni al via il 18

La società sta cercando di capire a quale tipo di stagione prepararsi, ma presto comincerà a mettere i primi punti fissi a livello tecnico, partendo dal mister per poi valutare singolarmente le varie posizioni. Musumeci e Perez i più gettonati nelle voci di mercato che si rincorrono

Fino a qualche anno fa, le attenzioni degli addetti ai lavori di questa fase iniziale di mercato erano principalmente indirizzate in direzione degli scenari che cambiavano soprattutto per l’attività delle società del centro-nord. Prima la Marca, allo stesso tempo la Luparense e l’Asti, poi l’Acqua&Sapone: era inevitabile che il colpo dell’anno arrivasse all’interno del triangolo che aveva i suoi apici in Abruzzo, Veneto e Piemonte.

La geografia adesso è cambiata e gli equilibri del mercato hanno preso radicalmente un’altra direzione, accasandosi a sud del Garigliano, luogo storico per celebrare l’unità italiana ma anche per segnare quella linea di demarcazione che fa del centro-sud il ”nuovo regno” delle trattative. Trattative che hanno un comune denominatore: le aree vulcaniche.

E gia... l’asse vesuviano-etneo sta infiammando questo scorcio iniziale di #futsalmercato. E se tra Napoli, San Giuseppe, Avellino ed Eboli non si manca certo ad essere prodighi di notizie, anche dalle parti di Catania ci si inizia a scaldare con le prime manovre.

COME SI MUOVERA’ LA META? - Ovviamente riflettori puntati sul club più in vista della Sicilia, quella Meta Catania che nell’ultimo campionato di Serie A s’è pure tolta lo sfizio di capeggiare la classifica in solitudine per un paio di settimane. Salvo Samperi, sulla carta, resterà saldamente sulla panchina, in attesa che il patron Enrico Musumeci e i suoi più stretti collaboratori discutano con i giocatori sulle singole posizioni e questo avverrà dal prossimo 18 maggio.

La volontà del club è quella di mantenere a Catania tutte i giocatori che hanno formato nel tempo la famiglia rossazzurra, per poi verificare i margini di movimento sul mercato non appena si capiranno regole e meccanismi della stagione post-Coronavirus. Questo significa che continuerà il pressing già visto nelle precedenti stagioni su Carmelo Musumeci, sempre più simbolo di una Meta che dovrà prestare attenzione soprattutto all’appetibilità dei suoi atleti fuori dall’isola, Musumeci compreso. Idem il blocco dei ”non italiani”: da Ernani a Rossetti, da Perez a Dalcin, per arrivare a Salas, Caamano ma anche a Espindola e Battistoni, inseriti in rosa con l’ultimo mercato di riparazione.

LE VOCI DI MERCATO - Nonostante tutto, anche l’ambiente etneo non è immune alle indiscrezioni di mercato, con alcune voci che hanno parlato di un interessamento della CDM Genova per Italo Rossetti (un pallino di Milton Vaz, vicino alla conferma sulla panchina ligure), ma anche di un ”pour parler” con Bissoni e Mancha, in uscita dalla Feldi Eboli, con in particolare l’ex Maritime papabile candidato per entrare nel roster catanese. E poi ci sono i ”soliti” Musumeci e Perez sempre al centro del corteggiamento dei club di prima fascia, di vecchio (e nuovo) blasone: un patrimonio da salvaguardare in proiezione di una Meta che possa essere ancora competitiva.


altre notizie
11/07/2020
#futsalmercato, la Meta ora lo annuncia ufficialmente: [...]
09/07/2020
#futsalmercato, schiarita su Salas e Sanz: il trasferimento [...]
09/07/2020
#futsalmercato, Silvestri si prende la conferma: una carica [...]
06/07/2020
#futsalmercato, Giovanni Messina va ancora in Meta: [...]
01/07/2020
#futsalmercato, un profilo internazionale per la Meta: si [...]
27/06/2020
#futsalmercato, la Meta ha la sua coppia di numeri uno: [...]
18/06/2020
Da Anteprima (vera) a ufficialità: la Meta Catania [...]
>> LEGGI TUTTE