SERIE A2 - 26/10/2020

Orsa Viggiano, Siviglia: "Avvio segnato da calendario difficile, ma ci siamo"

E' uno dei veterani della formazione neroverde, ed è proprio lui a commentare non solo la sconfitta di misura rimediata in trasferta contro il Città di Melilli, ma proiettandosi anche al match col Cosenza: "Squadra valida che già in amichevole mi ha impressionato"

Un avvio positivo viste le prestazioni al cospetto di due corazzate, Polistena e Melilli, per l’Orsa Viggiano che nonostante le numerosissime assenze è riuscita a raccogliere un punto e sfiorare l’impresa in terra siciliana. A commentare il tutto è uno dei veterani neroverdi, Fabio Siviglia.

”La maggior parte di noi è inesperto e fa per la prima volta la Serie A2: è vero abbiamo avuto un calendario, in avvio, tostissimo, ma è pur vero che in questo campionato non esistono squadre materasso. E’ stata una partenza tostissima al cospetto delle squadre, che nella passata stagione, hanno ottenuto il secondo e il terzo posto e che hanno confermato gran parte dei calciatori. Molti alla vigilia ci davano per spacciati anche avendo visto le amichevoli che sono tutta un’altra cosa rispetto alle sfide ufficiali. Sono convinto che al completo almeno una delle due partite l’avremmo vinta. A Melilli, inoltre, abbiamo trovato un arbitraggio a sfavore, cosa normale quando si va su certi campi. Siamo contenti ma ora vogliamo la prima vittoria stagionale”.

LA SETTIMANA-  ”E’ ovvio che un po’ tutti siamo preoccupati per la situazione nazionale: c’è un pizzico di timore. Di contro, dal punto di vista tecnico-tattico siamo fiduciosi viste le due ottime prestazioni. Speriamo di recuperare qualche effettivo: intanto il tecnico Rispoli ci sta insegnando tanto”.

IL COSENZA- ”Andremo ad affrontare una formazione molto valida che mi impressionò tantissimo in amichevole. Devono salvarsi anche loro ma quando li vidi giocare dissi tra me e me ”se questi devono salvarsi figuriamoci le altre compagini quanto sono forti”. Hanno riposato per via della positività al Covid di un dirigente del Napoli e saranno carichi. Ci aspetta un’altra battaglia. Il test estivo al loro cospetto ci è servito per conoscerli: guai a distrarci solo un attimo, la categoria non lo permette. Sono tutte finali e l’obiettivo è conquistare quanti più punti possibili in casa”.

GLI ASPETTI- ”Dobbiamo migliorare sulle palle inattive degli avversari: subiamo troppi gol. Ovviamente, poi, siamo chiamati a fare esperienza in questa categoria. Da un punto di vista del gioco, invece, sono contento: stiamo giocando bene e con la giusta cattiveria. Trovarmi a giocare titolare in serie A2 è incredibile. Dopo quest’avvio non dobbiamo abbassare la guardia”.

AUTOSTIMA- ”Appena terminata la gara, persa 3-2, a Melilli sorridevo: ricevere messaggi di stima e uscire dal campo avendo messo in difficoltà campioni come Zanchetta, Chalo ed Everton, grandi atleti di A1, è stato bellissimo. Stringere la mano o fare un contrasto con Zanchetta è stato un grande onore. Ricordo che tre anni fa, in Serie B, a Bernalda gli fecero un articolo soltanto per lui. C’è gruppo, siamo uniti e si è visto. Per tutto giò va dato, anche, grande merito al tecnico Rispoli e alla società che fa tanti sacrifici. Pecchiamo d’altruismo ma amiamo trattare i calciatori non da calciatori ma da familiari”.

 

Ufficio Stampa Orsa Viggiano


altre notizie
03/12/2020
Dalla Lanterna all'Orsa. Silon: "I miei gol per portare [...]
01/12/2020
#futsalmercato, Silon ha già trovato la nuova dimensione: [...]
01/12/2020
Rammarico Orsa Viggiano, De Fina: "A Bovalino non possiamo [...]
30/11/2020
Orsa Viggiano, Rispoli: "Abbiamo pagato a caro prezzo gli [...]
28/11/2020
L'Orsa Viggiano si arrende nella ripresa Capuano: ko [...]
27/11/2020
L'Orsa Viggiano ospita il Regalbuto. Rispoli: "Sarà [...]
25/11/2020
Orsa Viggiano, Luizinho pensa al Bovalino: "Servono grinta [...]
>> LEGGI TUTTE