COPPA ITALIA C - 16/02/2018

Bagheria, missione coppa contro il Saracena: "Voglio il palazzetto pieno"

La formazione di Tripoli all'esordio nella fase nazionale, il coach: "I tifosi possono darci la spinta in più. Giocare l'andata in casa ci obbliga a fare una partita importante e provare a centrare la vittoria"

Tra 24 ore il Bagheria Città delle Ville affronterà al Pala Dalla Chiesa e Setti Carraro il Saracena Futsal, gara di andata per l’accesso alle fasi nazionali di Coppa Italia. Il morale della squadra è alto grazie anche alle ultime vittorie ottenute in campionato. Per saperne di più abbiamo fatto due chiacchiere con mister Carmelo Tripoli che sa quanto è importante questa sfida:

”Queste sono partite che a livello emotivo si preparano da sole, giochiamo un quarto di finale di Coppa Italia e c’è quindi grande voglia di scendere in campo per provare a fare una grande partita. Cosa conosco degli avversari? So che sono una grande squadra, imbattuta, primi in campionato e che possono contare oltre che su ottime individualità anche su un’invidiabile organizzazione di gioco. Ci sono tutti gli ingredienti per assistere a due grandi partite e molto spettacolari.”

La differenza fra queste due squadre è che la squadra molisana in questa stagione non è mai stata sconfitta in campionato mentre il Bagheria ha perso con Mabbonath e Monreale: ”Non credo assolutamente che possa influire, sono match a sé stanti in cui conterà molto l’aspetto mentale e fisico poiché sono certo che nessuna delle due squadre riuscirà a prevalere nettamente sull’altra.”

La gara di andata si svolgerà a Bagheria e abbiamo chiesto a mister Tripoli se questo potrebbe essere un vantaggio o no: ”Il vantaggio sarebbe quello di giocare il ritorno in casa, ma do sempre poco peso a queste cose in quanto se sei forte e meriti di passare il turno non può essere determinante il fatto di giocare la prima in casa o viceversa. Sicuramente affrontare l’andata in casa ci obbliga a fare una partita importante e provare a centrare la vittoria, perché andarla a ribaltare in Molise sarebbe un’impresa ardua da compiere.”

Ovviamente per queste partite importanti si conta molto sul sostegno del pubblico bagherese: ”Più che contarci, ci spero. Questi ragazzi troppo spesso affrontano le partite in un ambiente deserto, meriterebbero un’attenzione ed un calore diverso dalla cittadinanza bagherese. Adesso abbiamo un match delicato, di caratura nazionale, speriamo che questo possa spingere i nostri tifosi a riempire il palazzetto come è stato per la Final Four. Solo loro possono darci quella spinta in più per superare i nostri limiti.”

Il momento tanto atteso è arrivato. A Bagheria c’è aria di grande futsal ed è tempo di scrivere un pezzo di storia importante per la società di Scardina – Vadalà.

 

Manuel Busetta – Area Comunicazione ASD Bagheria Città delle Ville


altre notizie
02/11/2018
Campobello, Caizza: "Bagheria in crisi? Non ci illudiamo" [...]
26/10/2018
La certezza di Messeri: "Affronteremo un Bagheria diverso [...]
22/10/2018
Stop esterno per il Bagheria, brutto ko contro la Nuova Pro [...]
18/10/2018
Nuova Pro Nissa, parla Milazzo: "Bagheria diretta [...]
12/10/2018
Il Bagheria in cerca un risultato positivo per dimenticare [...]
05/10/2018
Bagheria, il nuovo ostacolo in campionato è il Cus Palermo [...]
01/10/2018
Il Bagheria vince ancora, Ticali: "Ci siamo svegliati nella [...]
>> LEGGI TUTTE