COPPA ITALIA C - 26/02/2018

In Molise il Bagheria stacca il pass per i quarti di finale di Coppa Italia

Mirko Giordano: "Arrivato a questo punto della competizione mi aspetto di tutto. Molto probabilmente giocheremo contro una squadra pugliese, ma noi lavoreremo duramente per farci trovare pronti e provare ad approdare alla Final Four nazionale"

Il Bagheria è bello anche fuori dalla Sicilia e riesce a strappare il biglietto per i Quarti di finale di Coppa Italia Nazionale eliminando i campioni molisani del Saracena. E’ stata una trasferta molto impegnativa ma l’affetto e l’accoglienza dei dirigenti del Saracena e della gente di San Giuliano di Puglia hanno reso tutto molto piacevole. Prima della partita la formazione bagherese è andata a depositare un mazzo di fiori al cimitero di San Giuliano di Puglia per commemorare i 27 bambini e la maestra vittime del crollo della scuola durante il terremoto del 31/10/02, un momento molto toccante.

Arrivati al Palasaracena si comincia a giocare e subito parte in maniera aggressiva la squadra di casa schierando sin da subito il quinto giocatore di movimento per cercare di limitare i danni della gara di andata (9-1 per il Bagheria). La squadra di mister Tripoli riesce a contenere gli attacchi avversari con Lo Piparo in grande evidenza tra i pali, i bagheresi mostrano qualche difficoltà in zona d’attacco dove si sente l’assenza di Cascino, non partito con la squadra per motivi personali. Il grande pressing del Saracena però rende il gioco molto spezzettato a causa dei tanti falli commessi, tanto da portare il Bagheria al tiro libero prima della fine del primo trasformato in rete da La Spisa.

Inizia il secondo tempo, ma non per il Bagheria che mentalmente è rimasto negli spogliatoi e nel giro di pochi minuti si trova dallo 0-1 a 2-1 con i gol molisani prima di Iantomasi e poi di Montanari. Sembra mettersi bene per la squadra di mister Tavone, ma la strada però è ancora lunga e l’espulsione del capitano Pasquale complica i piani. I ragazzi di mister Tripoli dopo la sbandata iniziale riescono a tornare sul campo e nelle ripartenze cercano il gol del pareggio. Al minuto 22 il Saracena ha l’occasione del 3-1 su calcio di rigore, ma la palla si stampa sul palo. Sembra soffrire il Bagheria, ma a due minuti dalla fine una bella azione condotta da Cannata e Leto portano in rete Vincenzo Di Carlo che mette a segno il gol liberatorio del 2-2 che porta la società di Vadalà e Scardina ai Quarti di Finale di Coppa Italia. Grandi applausi del pubblico molisano per entrambe le squadre che hanno dato grande spettacolo e a fine partita tutti insieme a fare festa e ad assaggiare i prodotti tipici locali.

Tra un pasto e un altro abbiamo intervistato Mirko Giordano: ”Siamo stati poco brillanti, forse è stato il viaggio, ma non abbiamo espresso il nostro miglior gioco. Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile e che il Saracena sarebbe partito a mille, ma nonostante tutto ci siamo fatti trovare pronti. Qualificazione già acquisita all’andata? Assolutamente no, anche se il risultato a Bagheria è stato largo, in questo sport lo rimonte impossibili possono diventare possibili e la qualificazione l’abbiamo ottenuta nell’arco dei 120 minuti.”

Giordano e i suoi compagni sono rimasti colpiti da San Giuliano di Puglia: ”Non dimenticheremo mai la visita al memoriale dove sorgeva la scuola che è crollata durante il terremoto del 2002 dove hanno perso la vita tanti bambini. Sono fiero di avere reso omaggio, assieme ai miei compagni, le vittime di questa sfortunata tragedia. La gente di qui è molto leale e corretta ed è da sottolineare il terzo tempo organizzato dal Saracena a cui rivolgo i miei più sinceri complimenti per questa grande accoglienza.”

Adesso il Bagheria è in attesa del prossimo avversario di Coppa Italia:
”Arrivato a questo punto della competizione mi aspetto di tutto. Molto probabilmente giocheremo contro una squadra pugliese, ma noi lavoreremo duramente per farci trovare pronti e provare ad approdare alla Final Four nazionale.”

Ringraziamo Mirko Giordano per la sua disponibilità. Il Bagheria Città delle Ville è rientrato a casa ed è già a lavoro per la gara di campionato di mercoledì contro il Palermo Calcio a 5 al Tocha Stadium. E’ necessario recuperare al più presto le energie per rituffarci in clima campionato dove la Mabbonath continua la sua solitaria corsa verso la Serie B.

Manuel Busetta
Area Comunicazione ASD Bagheria Città delle Ville

 


altre notizie
02/11/2018
Campobello, Caizza: "Bagheria in crisi? Non ci illudiamo" [...]
26/10/2018
La certezza di Messeri: "Affronteremo un Bagheria diverso [...]
22/10/2018
Stop esterno per il Bagheria, brutto ko contro la Nuova Pro [...]
18/10/2018
Nuova Pro Nissa, parla Milazzo: "Bagheria diretta [...]
12/10/2018
Il Bagheria in cerca un risultato positivo per dimenticare [...]
05/10/2018
Bagheria, il nuovo ostacolo in campionato è il Cus Palermo [...]
01/10/2018
Il Bagheria vince ancora, Ticali: "Ci siamo svegliati nella [...]
>> LEGGI TUTTE