SERIE B - 08/07/2020

Il Val D' Lans riassapora l'odore del parquet: la prima sgambata ufficiale

Mister Parvopasso: "È stata un'occasione per ritrovarci dopo tanti mesi lontano dal campo, per conoscerci, vista la presenza dei nuovi acquisti. Andremo ad affrontare un campionato nazionale con un gruppo molto giovane, ma anche con giocatori di esperienza"

Cresce l’attesa in casa Val d’Lans per lo storico debutto in Serie B. Dopo la stagione trionfale, che ha visto i ”Lupi” dominare la C1 (senza mai perdere una partita e aver sempre vinto di fronte al proprio pubblico della ”Pertini” di Lanzo) e vincere la fase regionale della Coppa Italia, ora lo sguardo è rivolto al futuro.

Nella serata di lunedì 6 luglio c’è stata la prima sgambata agli ordini del confermatissimo tecnico Eugenio Parvopasso, alla quarta stagione in biancoblù: in campo tutti i giovani della cantera, oltre ai veterani Federico Perino, Denis Cerato, Enrico Gioanetti e Andrea Strozzi, ma soprattutto i nuovi acquisti Daniele Minneci (tornato in biancoblù dopo l’esperienza alla Taurus), Luca Antonacci (nella passata stagione al Sermig) e di Filippo Siviero (con un passato al Carmagnola in B). Assente giustificato Giuseppe Cardaci, il giovane proveniente dalla Sicilia, dove ha giocato con il Catania in B. Entusiasmo alle stelle sotto lo sguardo attento del presidente Giorgio Boscolo e del direttore generale Massimo Spandre. «È stata un’occasione per ritrovarci dopo tanti mesi lontano dal campo - afferma Parvopasso, che in passato ha già calcato il palcoscenico nazionale con Lanzo, Caseificio Pugliese e L84 - per conoscerci, vista la presenza dei nuovi acquisti. Andremo ad affrontare un campionato nazionale con un gruppo molto giovane, ma anche con giocatori di esperienza: l’obiettivo, a differenza dello scorso anno, non sarà vincere ma disputare una stagione tranquilla, provando a difendere la categoria. Dobbiamo cercare di fare della ”Pertini” il nostro fortino, dove conquistare il maggior numero di punti possibili e fare bella figura di fronte al nostro fantastico pubblico».

La società vuole valorizzare i propri giovani, nati e cresciuti nelle Valli: «Vogliamo che questi ragazzi siano protagonisti nella prossima stagione - prosegue Parvopasso, che nel prossimo campionato sarà supportato dal vice Davide Boscolo, oltre che dallo staff composto da Federico Vedovato e Nicola Griglione, oltre che dal preparatore dei portieri Gabriele Sfriso - in modo che possano togliersi qualche bella soddisfazione. Dobbiamo cambiare la mentalità rispetto allo scorso anno: non dobbiamo vincere a tutti i costi, ma salvarci. Non abbiamo alcuna pressione: dobbiamo dare loro l’opportunità di sbagliare, di confrontarsi con i compagni. Abbiamo chiuso una pagina importante, ma ora se ne apre un’altra: ci sarà da soffrire, perché non sarà facile conquistare la salvezza». Nei giorni scorsi la società ha salutato gran parte dei giocatori che hanno contribuito alla vittoria in C1: da Simone Fiscante a capitan Andrea Licciardi, passando per Younes Lahreche e Fabio Pennisi, senza dimenticare Matteo Minchillo e Alessandro Carrai. Vicino anche l’addio di Manuel Fiscante, punta di diamante del passato campionato.

«Sono contento dello spirito visto in questa prima sgambata - ci tiene a sottolineare il tecnico del Val d’Lans - eravamo praticamente tutti presenti, ho visto la voglia di mettersi in gioco e di lottare per una maglia da titolare. Dovremo lavorare sull’unità dello spogliatoio: a differenza del recente passato, dove in diverse occasioni le individualità ci hanno tolto diverse castagne dal fuoco, la forza del gruppo dovrà essere la nostra arma vincente. Ci teniamo a ringraziare tutti i ragazzi che ci hanno aiutato a raggiungere questo traguardo storico per la società e per il territorio, che ora va conservato a tutti i costi».

Non è detto, però, che non possa esserci ancora qualche sorpresa in arrivo. «Credo che potrebbe arrivare ancora un giocatore, o al massimo due - non nasconde Parvopasso - anche perché siamo alla ricerca di un portiere da affiancare a Gioanetti: per quanto siano bravi i nostri giovani Attardi e Cornetto, abbiamo bisogno di un dodicesimo che possa aiutare a far crescere i ragazzi cresciuti nel vivaio e darci allo stesso tempo un pizzico di esperienza in più. È evidente poi che ci manca un ultimo: vedremo di capire se ci possa essere qualche opportunità sul mercato, altrimenti vorrà dire che adatteremo uno dei ragazzi della vecchia guardia. Lo scorso anno ero fiducioso e convinto di poter vincere il campionato e anche oggi sono pronto a dire che soffriremo, ma ci toglieremo diverse soddisfazioni: prenderemo le nostre scoppole, avremo diverse difficoltà nel corso del campionato, ma alla fine riusciremo a raggiungere l’obiettivo della salvezza. Lo dobbiamo alla società, che ha progetti importanti ed ambiziosi: non vogliamo essere una meteora, ma una realtà che vuole ritagliarsi uno spazio importante nel panorama del futsal non solo regionale, ma anche nazionale».

Andrea Trovato
Responsabile Comunicazione Val d’Lans


altre notizie
08/08/2020
#futsalmercato, verso la B con un pezzo in più: El Hajjam [...]
04/08/2020
Val d'Lans, Simonetta pronto a... ruggire: "La salvezza [...]
03/08/2020
E' (sempre) #futsalmercato: il Val d'Lans sceglie [...]
23/07/2020
#futsalmercato, rapporto ai titoli di coda tra Andrea [...]
06/07/2020
Tutti i movimenti di #futsalmercato del Val D' Lans: [...]
25/06/2020
#futsalmercato Val d' Lans, altro innesto per [...]
21/06/2020
#futsalmercato, un'Anteprima fiutata come i Lupi: [...]
>> LEGGI TUTTE