#futsalmercato, il Canicattì al lavoro sulla linea verde: per Castiglione ecco Di Proietto e Casali

Si lavora nel cantiere del Canicattì, con il presidente Urso e il dg Paradisi impegnati nel cercare di accontentare le richieste di mister Castiglione per la definizione del roster che i biancorossi presenteranno ai nastri di partenza del prossimo campionato di Serie A2.


In attesa che arrivi la conferma del primo innesto (voci vicine alla società danno per fatto il passaggio nelle fila agrigentine di Marciano Piovesan) e di capire la fattibilità dell’operazione che potrebbe condurre a David Sanchez Tienda di cui abbiamo parlato ieri (LEGGI QUI), i vertici del club hanno puntato le loro attenzioni su quelle pedine indigene necessarie per comporre l’intero scacchiere. E arrivando in questo senso un paio di indiscrezioni.


La prima riguarda Carmelo Di Proietto, portiere classe 1997, che ha già vissuto l’esperienza del nazionale con la Nissa in Serie B, nell’ultima stagione tra i pali della Vigor San Cataldo giusta alle spalle del Gela nel girone A della C1 siciliana. La seconda potrebbe essere quello che per Paradisi è un cavallo di ritorno, ossia Marco Casali (nella foto), 23 anni, che l’attuale dg ha avuto alle proprie dipendenze ai tempi dell’Akragas con cui giocava nell’Under 19 ma che ha dimostrato di saperci fare anche quando è stato chiamato nella prima squadra in Serie B.


Due operazioni date in vista della bandiera a scacchi: resta solo da attenderne l’ufficialità.