breaking news
  • 07/12/2022 23:05 Serie B, girone G, Castellana-Città di Potenza è 0-6 a tavolino
  • 07/12/2022 23:04 Serie B, girone G, Pisticci-Noci è 0-6 a tavolino
  • 07/12/2022 12:19 Puglia, Serie C1: il recupero Barletta C5-Cinco Bisceglie si gioca il 13 dicembre alle 21

09/11/2022 21:50

#Mondiali2024, la Svezia è una formalità: l'Italia trionfa per 6-1! Bis per Motta, in gol pure Isgrò

Troppa Italia per la Svezia. Nel secondo turno del Main Round di qualificazione ai Mondiali gli Azzurri del ct Bellarte, in scena al Palajacazzi di Aversa, annullano la formazione scandinava con un perentorio 6-1, cancellando così l’opaco 3-3 ottenuto a Skopije nella sfida d’esordio contro la Macedonia del Nord. Ora l’Italia sorpassa la Svezia e ottiene il primato nel gruppo 10, compiendo un passo importante verso la partecipazione ai Mondiali del 2024.

Una partita letteralmente dominata dagli Azzurri che con una prova di forza si sono imposti sulla Svezia, incapace di mettere in discussione il match. La differenza tra le due formazioni si è vista, con i ragazzi di Bellarte che hanno potuto contare sulle grandi prestazioni individuali di capitan Musumeci, Motta e il giovane Isgrò.

Sono proprio i tre protagonisti del match a mettere a segno le reti del primo tempo per la rappresentativa tricolore. Le danze vengono aperte all’8’ dalla ripartenza del capitano della Meta Catania. Il raddoppio azzurro arriva sul tiro libero perfettamente trasformato dall’asso del Cartagena al 14’. È invece il talento dell’Olimpus Roma a chiudere ogni discorso nella prima frazione con un tiro di piatto magistrale al 17’.

Il copione non cambia nella ripresa con l’Italia che firma altre tre reti. Al 24’ gol ancora per Motta che approfitta di una morbida difesa svedese per calciare indisturbato dal limite dell’area. La ‘manita’ arriva al 29’ con Marcelinho che chiude un’azione tutta a marca a Olimpus grazie al passaggio decisivo di Cutrupi. Il 6-0 arriva al 19’ con Calderolli che insacca a porta vuota dopo un pasticcio della Svezia nella gestione del possesso palla. L’unico errore commesso dall’Italia, in verità impeccabile anche nella fase difensiva, costa il gol della bandiera svedese a quattro secondi dalla fine con il marchio di Soderqvist.

L’Italia ora è in testa al gruppo 10. Per centrare definitivamente la qualificazione al prossimo mondiale se ne riparlerà a marzo quando tra l’1 e l’8 del mese gli Azzurri affronteranno le sfide di ritorno per provare a chiudere ogni discorso e strappare così il pass per la partecipazione alla massima competizione del futsal.


ITALIA-SVEZIA 6-1 (pt 3-0)

ITALIA: Pietrangelo, Ugherani, Calderolli, Isgrò, Musumeci, Merlim, Motta, Bellobuono, Donin, Cutrupi, Podda, Marcelinho, Lo Cicero, Di Eugenio. Ct Bellarte

SVEZIA: Jansson, Diaz, Bojang, Makolli, Hiseni, Smajlovic, Soderqvist, Zhubi, Marrah, Gashi, Poyraz, Atai Najafi, Bejan, Saaf. Ct Dulvat

ARBITRI: Daniel Matkovic (SUI), Darko Boskovic (SUI), Marco Rothenfluh (SUI), CRONO: Giovanni Zannola (ITA)

MARCATORI: pt 7'54" Musumeci (ITA), 13'25" Motta (ITA), 16'25" Isgrò (ITA), st 3'30" Motta (ITA), 8'07" Marcelinho (ITA), 18'21" Calderolli (ITA), 19'56" Soderqvist (SWE)

NOTE: ammoniti Marrah (SWE), Bejan (SWE), Calderolli (ITA) e Gashi (SWE) per gioco falloso



LA CRONACA LIVE DELLA PARTITA


1'20": Motta entra nella difesa svedese e cerca di piazzare il pallone col mancino; Jansson salva con un po’ di affanno.

2’35": Merlim serve il pallone a Musumeci: sulla conclusione del capitano della Meta Catania c'è ancora la risposta di Jansson.

5’35": Isgrò intercetta il pallone a centrocampo e appoggia per Marcelinho: l'italo-brasiliano allarga per Lo Cicero alla cui conclusione Jansson è bravo a dire di no.

7'29": ammonito lo svedese Marrah per un fallo commesso poco dopo l'altezza del centrocampo; punizione per l'Italia.

7’32": sul calcio piazzato si presenta Motta; Jansson respinge la conclusione a terra.

7’54" GOL ITALIA: Musumeci ruba palla a metà campo, resiste a una carica e infila Jansson in uscita: è 1-0 per gli Azzurri!

8’55": triangolazione Musumeci-Marcelinho; il giocatore della Meta fallisce la conclusione a tu per tu con Jansson.

9'58": time-out per la Svezia.

11'12": destro di Motta che sbatte su Cutrupi appostato sul secondo palo; l’occasione sfuma.

11'58": quinto fallo per la Svezia.

12'50": Motta recupera palla sullo slancio di Marrah. Palla per Podda ma il suo mancino sbatte su Jansson.

13'25": ammonito Bejan che strattona Podda, bravo a rubargli palla: sesto fallo della Svezia e tiro libero per l'Italia.

13'25" RADDOPPIO ITALIA: nel duello con Saaf, subentrato a Jansson per difendersi dal tiro libero, Motta non sbaglia: è 2-0 per l'Italia!

15’04": Calderolli ruba palla e scambia con Marcelinho, ma la conclusione dell'asso dell'Olimpus viene sparata addosso a Jansson.

15’25": quinto fallo per l'Italia. Bellarte chiama il time-out per dare disposizioni e soprattutto per evitare di commettere falli negli ultimi quattro minuti e mezzo della prima frazione.

16’02": incertezza di Jansson sul tiro di Isgrò, ma Marcelinho non trova la coordinazione giusta per ribattere in rete.

16’25" 3-0 PER L'ITALIA: Musumeci serve Isgrò; il talento siciliano dell'Olimpus insacca con un tiro di piatto destro che si infila tra palo e portiere!

18’46": Motta se ne va sulla destra, ma il suo diagonale taglia tutta l’area spegnendosi sul fondo.

Le squadre rientrano negli spogliatoi.


Si riparte per il secondo tempo, dopo una prima metà di gara letteralmente dominata dall'Italia.

1’33": tiro dalla distanza di Soderqvist, ma Bellobuono devia in tuffo: quella del numero 9 scandinavo è la prima conclusione in assoluto della Svezia ad aver centrato lo specchio della porta.

3'30": sinistro di Motta ma Saaf devia in angolo allungandosi alla sua destra.

3'30" POKER ITALIA: protagonista ancora Motta, che firma la personale doppietta con un destro liberato in maniera indisturbata nei pressi dell'area di rigore.

4’24": giocata di tacco da parte di Marrah su corner di capitan Zhubi, ma Bellobuono respinge d'istinto.

5’12": Isgrò cerca di servire Motta partito in accelerazione, ma Saaf è provvidenziale in uscita.

6'20": ammonito Calderolli che spende un fallo tattico dopo una ripartenza svedese a opera di Soderqvist.

6’25": sulla successiva punizione tocco di Soderqvist per Smajlovic che però spara alto.

7'58": ammonito Gashi.

8’07" MANITA AZZURRA: Azione tutta di marca Olimpus! Di Eugenio vince un rimpallo, il suo tiro è respinto da Jansson, la palla la riprende Cutrupi che sull’uscita del portiere appoggia a Marcelinho l'assist del 5-0!

8’48": coast to coast di Musumeci ma Saaf si salva.

10’34": Di Eugenio apre troppo il destro in diagonale e grazia la Svezia sciupando la palla del possibile 6-0.

11'10": errore di impostazione della Svezia e punizione da posizione favorevole per gli Azzurri; Bellarte chiama il time-out per sfruttare l’opportunità ma l’occasione sfuma.

14'15": Dulvat non ha più nulla da perdere e inserisce Bejan come quinto di movimento.

17’26": miracolo di Bellobuono! La Svezia riparte palla al piede sfruttando di un sbilanciamento in avanti dell'Italia; la conclusione di Hiseni trova però la provvidenziale opposizione del portiere azzurro.

18'21" 6-0 DELL'ITALIA: pasticcio della Svezia con Saaf che serve Smajlovic e lascia il campo per Bejan. Il passaggio del giocatore svedese di origini slave però viene intercettato da Di Eugenio. La sfera arriva poi a Calderolli che insacca a porta sguarnita.

19’10": tiro improvviso di Soderqvist, ma Bellobuono è attento.

19'56": gol della bandiera per la Svezia; Soderqvist chiude un veloce giro di palla puntando l’unica indecisione azzurra.