breaking news New

28/01/2021 19:25

#RoadtoEuro2022, Italfutsal subito al… Max! Gui, Vieira e Musumeci stendono (3-0) il Montenegro

L’avventura di Max Bellarte sulla panchina dell’Italfutsal è cominciata con il piede giusto, con gli Azzurri che passano in maniera disinvolta a Podgorica, sullo stesso campo dove a dicembre l’Italservice Pesaro aveva giocato a tennis in Champions con il Titograd. Meno contenuto lo scarto finale per la nostra Nazionale, vittoriosa per 3-0, che è apparsa sin dalle prime battute chiaramente superiore e che ha dato l’impressione di non patire il gioco più deciso dei montenegrini, tra l’altro raramente visti all’opera pericolosamente dalle parti di Molitierno che ha preso il posto tra i pali dell’infortunato Mammarella. 


Azzurri, comunque, discretamente motivati, ben disposti nel fraseggio ma poco incisivi, seppur le occasioni più nitide - oltre ai gol - siano quasi tutte capitate sui piedi dei nostri giocatori. L’assenza dello squalificato Merlim, a livello di fantasia nelle giocate, si è notata. Comunque, alla resa dei conti, serviva cominciare con il piede giusto, i tre punti sono arrivati, a livello di gioco si migliorerà.


LA CRONACA - Italia subito in possesso palla, ma in apparenza più attenta a prendere le misure degli avversari. Dopo un’occasione su punizione sprecata, il vantaggio arriva al 7’37”: triangolazione Gui-Marcelinho, palla ancora a Gui che appoggia di piatto nella porta vuota. Molitierno sventa un’incursione del Montenegro e al 9’28” l’Italia raddoppia: corner di Marcelinho, tiro al volo di Cesaroni, sulla traiettoria c’è la spalla di Vieira che devia la palla spiazzando Despotovic. Le annotazioni sul taccuino della prima frazione si esauriscono praticamente qui: Italia al riposo senza far strappare i capelli, sul doppio vantaggio.


La ripresa è decisamente più movimentata. Al 2’08” Murilo si disimpegna con leggerezza e per poco Il. Mugoša  non ne approfitta: il suo tiro lambisce l’incrocio dei pali alla destra di Molitierno. Al 3’30” Vuletic si invola verso l’area azzurra, converge e impegna Molitierno in una respinta a terra. Il portiere azzurro si ripete al 4’ bloccando una forte conclusione di Vidakovic. L’Italia si fa vedere al 6’54”: Murilo prende palla da un contrasto su Japa, l’appoggia a Marcelinho che centra in pieno l’incrocio dei pali.


All’8’03” bella giocata di Nicolodi, Despotovic si allunga per deviare in angolo il suo tiro a mezz’altezza, Al 

9’48” occasione per Gui, che si gira su se stesso ma spara sul portiere. L’Italia sembra dover passare ancora da un momento all’altro e ci riesce al 15’23”: Vieira conquista palla, la serve a Murilo che taglia sul lato opposto per il destro preciso di Musumeci che vale il 3-0. Subito dopo un tiro di prima intenzione di Esposito trova pronto Despotovic alla deviazione.


Al 17’22” Molitierno è decisivo su Spasojevic, salvando la rete azzurra. Al 19’21” Gui riparte, triangola con Cesaroni, evita il ritorno di Spasojevic ma dal dischetto del rigore tira alto. Non succede più niente: l’Italia chiude la sua prima fatica verso l’Olanda con un tris esterno al Montenegro. E martedì prossimo, a Prato, ci sarà la sfida con la Finlandia.


MONTENEGRO-ITALIA 0-3 (pt 0-2)
MONTENEGRO: Despotovic, Corovic, Il.  Mugosa, Spasojevic, Obradovic, Sekulic, Djurkovic, Markovic, Vukovic, Iv. Mugosa, Vidakovic, Vuletic, Milicic, Mulabecirovic. All. Ljesar.
ITALIA: Molitierno, Murilo, Musumeci, Nicolodi, Vieira, Pietrangelo, Motta, Esposito, Cesaroni, Dudù, Schininà, Marcelinho, Gui, Achilli. All. Bellarte.
ARBITRI: Tschopp (SVI), Jansizian (SVE), Vukcevic (MNE). Crono: Femic (MNE)
MARCATORI: pt 7'37" Gui, 9'28" Vieira, st 15'23" Musumeci