breaking news

20/05/2021 20:40

#SerieA, possibile cambio in corsa. I presidenti decidono: si va verso una Final Four tricolore?

Quella di domani sarà una giornata importante per il futsal italiano, perché oltre al Consiglio della Divisione Calcio a 5, che si terrà presso la Sala D'Onore del CONI, è prevista anche una riunione dei presidenti di Serie A: sul piatto alcune novità che potrebbero arrivare a breve riguardo la formula per l'assegnazione dello scudetto. 

Le positività al Covid emerse in casa della Syn-Bios Petrarca, infatti, hanno portato, come noto, allo slittamento delle gare del quarto di finale tra i padovani e la Feldi Eboli, che sono state riprogrammate per il 29 maggio e il 2 giugno con l'eventuale gara-3 il 5 giugno. Slittamento che non riguarda ovviamente solo le gare di questo quarto di finale (l'unico rimasto ancora da giocare), ma ha anche portato la Divisione Calcio a 5 ad interrogarsi su come chiudere la stagione senza andare troppo avanti con i tempi, tanto che secondo quanto raccolto starebbe prendendo sempre più corpo l'ipotesi che lo scudetto della stagione 2020/2021 possa venire assegnato attraverso una innovativa Final Four. 

Una formula tutta nuova che sarà oggetto di discussione proprio domani in occasione della riunione tra i presidenti del massimo campionato, chiamati a decidere in merito. L'eventuale programma prevederebbe lo svolgimento delle semifinali con gare andata e ritorno da giocare il 18 e il 19 giugno, finale invece il 21 e 22 giugno. Date che, in verità, potrebbero essere variate: tra l'eventuale gara-3 del quarto tra tra Petrarca e Feldi Eboli (in calendario il 5 giugno) e l'inizio della ipotetica Final Four (18 giugno) passerebbero ben tredici giorni, una lasso di tempo lungo che potrebbe indurre la Divisione ad anticipare di alcuni giorni l'evento, che potrebbe dunque tenersi tra venerdì 11 e martedì 15 giugno. 

Sempre secondo le indiscrezioni trapelate dai corridoi al secondo piano di Piazzale Flaminio, la sede scelta per questa manifestazione sarebbe quella della Vitifrigo Arena di Pesaro, imponente impianto che può contenere oltre diecimila posti a sedere. L'obiettivo, infatti, come accaduto per la finale di Coppa Italia andata in scena ieri tra Atalanta e Juventus, sarebbe quello di avanzare una richiesta al Sottosegretario allo Sport, Valentina Vezzali, di derogare per consentire la fruizione del 25% della capienza dell'impianto, la cui riapertura al pubblico, in base alle nuove disposizioni governative, sarebbe invece prevista a partire dal 1 luglio. 

In una stagione ancora segnata in maniera profonda dall'emergenza Covid, la Divisione Calcio a 5, di concerto con i club, sta valutando quindi tutte le opzioni possibili per chiudere il cerchio, assegnare lo scudetto, ed evitare contemporaneamente un allungarsi dei tempi che costituirebbe un danno anche per le società stesse. Senza dimenticare che il 23 e il 24 giugno la Nazionale di Bellarte torna in campo per il doppio test con l'Olanda, date troppo ravvicinate se la finale tricolore non venisse anticipata.

Domani si potrebbe arrivare alla quadra di tutto? L'ottimismo, a quanto pare, regna nella squadra di Luca Bergamini...