#SerieA, vademecum per la volata: Olimpus Roma da battere, giochi quasi fatti per playoff e salvezza

La 27esima giornata di Serie A ha certificato altre due qualificazioni matematiche ai playoff scudetto, dopo quella già assodata dell’Olimpus Roma, che in virtù dei risultati maturati nel turno pasquale ha addirittura aumentato il suo vantaggio sul Napoli, salito adesso a 18 punti, un altro record in una stagione che ha già visto la squadra di D’Orto stabilire altri primati: il primo posto matematico in “regular season” raggiunto con cinque giornate di anticipo ma anche il massimo dei punti di distacco sulla seconda (+16 su Napoli e Genzano) acquisiti nella storia della Serie A a girone unico.


Il lotto delle squadre che andranno a contendersi il tricolore numero 40 della storia del futsal italiano appare, tuttavia, già sufficientemente definito: con tre giornate rimaste da giocare appare improbabile che lo scenario possa cambiare con soli nove punti rimasti da assegnare. E’ vero che la corsa, considerando gli aspetti prettamente aritmetici, lascia spazio a diverse soluzioni, ma riteniamo che la lotta per definire la griglia dei quarti di finale si possa ridurre sostanzialmente ad un discorso tra Italservice Pesaro (42 punti), Fortitudo Pomezia (38), Sporting Sala Consilina (37) e Came Treviso (36), anche se per queste ultime due le possibilità appaiono davvero risicate.


Nella parte alta della classifica, considerando il primo posto assegnato all’Olimpus Roma per ovvi meriti, restano da definire le posizioni di accesso al tabellone. Il Napoli ha sicuramente un calendario meno pesante della L84, anche dovendo andare in trasferta a Orte e Pesaro con in mezzo il confronto con una Came che però proprio ad Aversa potrebbe giocarsi il tutto per tutto in chiave playoff; dal canto suo la L84 deve andare ad Avellino e Genzano e tra le due riceverà la Feldi Eboli, per cui potrebbero giovarne tanto il Genzano quanto la Meta, che dopo il pari in emergenza di Verona ospiterà la Pirossigeno Cosenza, salirà a Mantova alla penultima e chiuderà con l’Olimpus, potendo dunque ancora vantare chances di entrare nei playoff tra le migliori quattro, cosa alla quale possono ancora aspirare Sandro Abate e Feldi Eboli.


Discorso ottavo posto. Valutando razionalmente la situazione, ogni discorso andrà progressivamente rapportato ai risultati di ogni singola giornata. La prossima, ad esempio, appare fortemente a rischio per l’Italservice, che riceve l’Olimpus Roma, nel giorno dello scontro diretto tra Fortitudo e Sala Consilina del quale potrebbe beneficiarne anche la Came, che attendo l’Olimpia Verona da tempo retrocesso. Pensare oltre sarebbe francamente impossibile, vista la combinazione di risultati che piò scaturire dalle gare di sabato prossimo: certo è che se l’Italservice dovesse vincere verosimilmente ipotecherebbe la qualificazione, ma in caso anche di pareggio la situazione finirebbe inevitabilmente per ingarbugliarsi, perchè tanto Fortitudo, quanto Sala e soprattutto Came possono avvicinarsi di parecchio all’ottava posizione. Il che significa che è meglio avere in mano i risultati del campo per azzardare congetture.


Condizioni che, invece, cambiano in coda alla classifica dove bisogne tener conto anche della forbice degli otto punti entro i quali dovrà essere contenuto il distacco tra terzultima e quartultima per non dar luogo al playout. La vittoria di ieri della Pirossigeno sulla Fortitudo ha permesso ai silani di agganciare l’Active Network a quota 30 punti e la coppia che si è formata (Pirossigeno avanti in virtù degli scontri diretti) può vantare ben dodici lunghezze di margine su Ciampino e Mantova: il distacco significa che se il campionato terminasse oggi ambedue sarebbero retrocesse direttamente in A2 Elite. Già sabato prossimo questo scenario potrebbe venire confermato considerando gli impegni improbi che attendono le quattro interessate, con la Pirossigeno che scende a Catania, l’Active Network riceve il Napoli, il Ciampino (in vantaggio nei confronti diretti sui virgiliani) attende il Genzano mentre il Mantova va ad Eboli.


A questo punto, restando la classifica immutata rispetto a quella odierna, la penultima giornata di “regular season” potrebbe chiudere i giochi con una settimana di anticipo: la condizione è che Pirossigeno e Active Network battano Sandro Abate e Italservice, conservando così il +12 sulle antagoniste che equivarebbe a salvezza matematica. Ma questo, ovviamente, in teoria: aspettiamo che a dirlo sia il campo.