ADJ Città di Anzio, finalmente è A2! Decide il 6-3 sul Real Castel Fontana: tris d‘autore per Zullo

Finalmente per l'ADJ Città di Anzio la Serie A2 è realtà: la compagine guidata da mister Marco Di Fazio, nella 22a giornata di Serie B, vince in casa per 6-3 sul Real Castel Fontana che lo inseguiva al terzo posto e raggiunge matematicamente la promozione nella nuova seconda divisione, facendo così eco alla Cioli Ariccia, che aveva strappato il pass per la categoria superiore a inizio mese. 

LA CRONACA – A rompere il ghiaccio dopo un minuto è la formazione ospite, in rete grazie a Christian Peroni che finalizza il contropiede innescato da Leperoni con un sinistro di punta a bucare la porta protetta da Tosti. La risposta dei padroni di casa non si fa attendere: il portiere Bardoscia prima è chiamato a neutralizzare il tiro di Araujo dopo una bella e caparbia azione personale, poi è costretto a ripetersi in uscita su Terenzi. Successivamente il Real Castel Fontana sfiora il gol del raddoppio, ancora in contropiede, ancora con Peroni, ma Tosti gli sbarra la strada. Arriva però la rete del pareggio dell’Anzio: Araujo ai limiti dell’area controlla lo scavetto di Zullo per poi servire sulla sinistra allo stesso Zullo la palla dell’1-1, scaraventata in porta con un preciso destro radente indirizzato sul secondo palo. Il Real prova di nuovo a riportarsi avanti, ma l’iniziativa di un incontenibile Peroni non trova fortuna. A portarsi in vantaggio è invece la formazione neroniana; Pistidda dalla sinistra mette in mezzo un passaggio rasoterra che viene depositato in rete da Nanni, avventatosi sulla sfera come il più feroce dei predatori chiudendo sul secondo palo: per Gianluca è la decima firma in campionato. Gli ospiti tuttavia riequilibrano il match con il solito Peroni, che quasi da centrocampo libera un sinistro beffardo per Tosti, forse ingannato dalla leggera deviazione di Zullo. Sul 2-2 il match si accende: la duplice occasione sotto porta di Zullo precede il contropiede non sfruttato dall’avversario rossonero. Tosti poi si produce in un altro grande intervento dicendo di no al solito Peroni grazie a una deviazione decisiva che manda la palla sulla traversa. La paratona di Tosti fa da preludio al 3-2 dell’Anzio grazie al destro fulminante di Araujo che sorprende Bardoscia dopo essere stato servito dalla rimessa laterale di Zullo. L’asso dei biancoblù tuttavia, in chiusura del primo tempo, spreca il possibile 4-2 fallendo da tiro libero.

La ripresa si apre nel segno di Peroni, che sotto porta raccoglie la respinta corta di Tosti su conclusione di Martinozzi, tra l’altro servito dopo una magia dello stesso Peroni. Sul 3-3 niente panico per l’ADJ che rimette davanti il muso grazie a Zullo che su una ripartenza chiude il triangolo in velocità costruito con Pistidda. Prova a unirsi alla festa del gol pure il biancazzurro Roberto Cioli, ma la sua conclusione non trova i frutti sperati. Dopo il 4-4 divorato da Peroni, l’Anzio trova finalmente l’agognato +2, ancora con Zullo, autore di un gol splendido che vale la tripletta personale: a metà campo il classe ’91 in avanzamento taglia il rettangolo di gioco da sinistra a destra per poi libera una conclusione da posizione defilata che non lascia scampo a Bardoscia, infilato sotto le gambe dal destro violento dell’avversario. La ciliegina sulla torta ce la metta il secondo gol di Araujo: è imprendibile il suo destro rasoterra indirizzato verso l’angolino basso a sinistra. Rimane soltanto un po’ di rammarico per il mancato quarto gol di Zullo che a porta vuota prova a beffare la difesa rossonera con una palombella che si schianta sulla traversa. Ma tant’è: al suono della sirena il popolo biancazzurro può comunque fare festa per la storica promozione in A2.


CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS


Foto: Facebook Città di Anzio