ADJ Città di Anzio nuovamente secondo, ma Di Fazio tuona: "Niente calcoli, pensiamo soltanto a noi"

Non ha fallito il testacoda di giornata l’ADJ Città di Anzio che sabato pomeriggio è andato a vincere per 5-0 sul campo del Club Sport Roma grazie alle doppiette di Zullo e Araujo e al gol di Nanni. Ed è una vittoria pesantissima per la compagine neroniana che, proprio a ridosso della sosta del campionato, ha riconquistato il secondo posto in classifica in virtù del k.o. del Real Castel Fontana nel derby tutto castellano con la capolista Cioli Ariccia. 

Mister Marco Di Fazio si gode il momento ma invita a non abbassare la guardia. 

“Abbiamo approcciato la gara con la concentrazione dovuta – le parole del trainer neroniano rilasciate all’ufficio stampa della società targato Nicholas Di Stefano – sapendo che la posta in palio era alta. Ogni sabato ci sono difficoltà e insidie che con il prosieguo del campionato diventano sempre più determinanti visto che siamo entrati nell'ultimo quarto di stagione. I risultati degli altri campi hanno una valenza soltanto se noi portiamo a casa il nostro risultato, perché  altrimenti è inutile fare valutazioni. I conti – sottolinea il mister – non sono abituato a farli e la mia squadra sa bene come voglio che si ragioni, ossia rivolgendo l’attenzione esclusivamente al nostro percorso poiché si è artefici del proprio destino e mai di quello degli altri. Per questi motivi il nostro obiettivo è crescere nelle prestazioni e accumulare più punti possibili”. 

Sabato prossimo la Serie B osserverà un turno di riposo, poi l’Anzio ripartirà dal Velletri.

“La sosta – conclude Di Fazio – spero ci permetterà di recuperare qualche infortunato. Radaelli e Petrucci sono fuori da 2 settimane, Saccaro ha avuto un risentimento prima dell'ultima gara, mentre Cioli si è infortunato proprio durante la partita con il Club Sport Roma. Dobbiamo sfruttare questa settimana di stop da impegni ufficiali per dettagliare i principi tattici recuperare la condizione fisica e mentale, sapendo che tra due settimane arriverà una gara piena di insidie, con un alto coefficiente di difficoltà”.