Alla BèlBoté Arena un Miti Vicinalis sconfitto a testa alta: tre punti sudati per il Team Giorgione

Alla BèlBoté Arena un Miti Vicinalis arcigno e coraggioso mette paura al Team Giorgione nella settima giornata di Serie B. I giovani vazzolesi, accompagnati dai veterani Daniel Correa e Fatmir Osmani, per un attimo accarezzano addirittura la vittoria contro una formazione costruita per il salto di categoria. Alla fine però l'esperienza dei padovani permette di approfittare della inferiorità numerica avversaria (espulso il portiere Franceschet) per conquistare tre sudatissimi punti che li lanciano da soli in vetta, complice il pareggio tra Real Bubi Merano e Compagnia Malo. 

LA CRONACA - Il primo tempo è molto equilibrato con diverse occasioni sciupate da una parte e dall'altra, una su tutte il palo colpito dal vazzolese Filippo Zaia dopo 5'. A 6'34" però il Team Giorgione sblocca il risultato grazie all'autogol di Zoccolan che devia in porta il calcio d’angolo di Ait Cheikh. A 12'37" la formazione di Zanetti raddoppia con Gumeniuk che insacca a portiere battuto servito dalla destra. A 16'27" il Miti ha la ghiotta occasione per accorciare le distanze, quando il Team commette il sesto fallo: alla battuta del tiro libero si presenta Fatmir Osmani ma spara alto per il sollievo di Cecchin. A 18'54" 3-0 sfiorato dai padroni di casa con il palo centrato da Baron. A 20" dall'intervallo però settimo fallo del Team: Osmani stavolta da tiro libero non sbaglia e dimezza il divario. 

Sulle ali dell'entusiasmo è il Miti che monopolizza l'avvio di ripresa. I vazzolesi spingono sull'acceleratore, approfittano di un Team a tratti distranno e pareggiano il risultato grazie al contropiede chiuso da capitan Correa: è 2-2 a 2'59". Galvanizzata, la compagine trevigiana trova addirittura il vantaggio con il secondo marchio di Osmani. A questo punto il Team Giorgione mostra di nuovo gli artigli pareggiando con Moufaddal a 7'01"; tuttavia, 40" dopo nuovo vantaggio degli ospiti con un tenace Matteo Zaia che in pressione strappa il pallone dai piedi dell'avversario e fredda Cecchin per il 3-4. La formazione guidata da Luigi Zanetti non ci sta e avvia un forcing che mette a dura prova la fase difensiva vazzolese organizzata da Roberto Del Negro. A 15'24" infatti i padroni di casa trovano il pareggio con Vettore che da due passi sporca la conclusione di Gumeniuk. A 16'02" poi l'episodio che dà un'altra sterzata alla partita: il portiere del Vicinalis, Franceschet, in un tentativo di chiusura in scivolata, interviene con la mano fuori dall'area ricevendo l'inevitabile cartellino rosso. In inferiorità numerica il Team Giorgione riesce a centrare il 5-4 con la conclusione glaciale di Vettore, per l'occasione capitano vista l'assenza di Tilal. A 18'23" Del Negro si gioca Wade come quinto di movimento, mentre a 19'10" il Team raggiunge nuovamente la quota dei cinque falli, ma il risultato non cambia, rimanendo fisso sul 5-4 fino al triplice fischio finale. 


CLICCA QUI PER GLI HIGHLIGHTS DEL MATCH


TEAM GIORGIONE-MITI VICINALIS 5-4 (pt 2-1) 

TEAM GIORGIONE: Villano, Moufaddal, Massarotto, Lima, La Torre, Casagrande B., Baron, Perozzo, Vettore, Gumeniuk, Ait Cheikh, Cecchin. All. Zanetti 

MITI VICINALIS: Franceschet, Maccari, Zaia M., Zaia F., Franceschini, Wade, Qatani, Casagrande M., Correa, Osmani F., Tomasin, Zoccolan. All. Del Negro 

ARBITRI: Di Girolamo e Cultrera di Collegno. Crono: Piccolo di Este 

MARCATORI: pt 6'34" aut. Zoccolan (TG), 12'37" Gumeniuk (TG), 19'40" Osmani F. (MV); st 2'59" Correa (MV), 3'26" Osmani F. (MV), 7'01" Moufaddal (TG), 7'41" Zaia (MV), 15'24" Vettore (TG),  16'33" Vettore (TG) 

NOTE: ammoniti Casagrande B. (TG), Gumeniuk (TG), Qatani (MV) per gioco falloso, Franceschet per proteste. Espulso a 16'02" st Franceschet (MV) per intervento fuori area 


Ufficio stampa Miti Vicinalis






Foto: Miti Vicinalis