Angelozzi al cubo, l'Hatria ne fa otto: Minerva ko, i ducali all'inseguimento della 'lepre' Lisciani

Quinta vittoria di fila per l'Hatria Team, che regola sul parquet amico il Minerva con il risultato di 8-4, rispondendo alla concomitante vittoria della capolista Lisciani, che tuttavia resta a +5 sui ducali che a loro volta consolidano la seconda piazza dando ancora una dimostrazione di forza importante, con la cura Valente che piano piano comincia a dare i suoi frutti. Per il Minerva si tratta invece della quarta sconfitta consecutiva e classifica che adesso recita zona play-off lontana due punti per la formazione di Massimo Simigliani.


LA CRONACA - I padroni di casa (senza Maura, Di Martino e Caporale) partono subito forte. Cafarelli da fuori impegna Valloreia, che si supera in due occasioni, ambedue le volte su Marcone. Il vantaggio dei ducali non tarda ad arrivare ed è un gol bellissimo, con l'assist perfetto di Angelozzi per Marcone che batte Valloreia per l’1-0. Gli ospiti rispondono con il tiro di Di Giulio sul quale Di Sante non si fa cogliere impreparato, ma è il preludio al pareggio che arriva trenta secondi dopo sempre con Di Giulio. 


I gialloneri non smettono di giocare il loro calcio veloce e al 7' ecco il nuovo vantaggio: Angelozzi con grande astuzia si guadagna un rigore, sul dischetto va proprio il pivot di Valente che non sbaglia. Ancora il capitano atriano sale sulla scena al 9' per la sua doppietta personale, ma il 3-1 scalda gli animi in campo con le proteste della panchina ospite. Passa qualche minuto e arriva anche il poker ducale, al 14', con la firma di Marcone, uno dei migliori in campo, molto applaudito. Sembra una partita già finita ma gli ospiti non mollano e accorciano le distanze con De Santis. E proprio sul finire del primo tempo arriva anche il terzo gol del Minerva che manda le due squadre all'intervallo sul 4-3 per l'Hatria: la firma è di Massimini.


Nella seconda frazione il gioco cala e ne risente lo spettacolo, ma c’è comunque tanta intensità. Il Minerva cerca di scardinare la difesa avversaria, ma la squadra di Valente è però ben messa in campo e concede molto poco. Al 4' ospiti pericolosi con De Santis, ma Di Sante si rifugia in calcio d'angolo. Hatria che torna ad essere concreta e vicina di nuovo al gol con Della Matrice e Angelozzi a cavallo del 7'. Gol che però arriva puntuale all'11' proprio con Della Matrice su assist dello stesso Angelozzi.


Sul 5-3 per l’Hatria, Simigliani si gioca la carta del portiere di movimento, ma al 13' Casciano mette la sua firma per il 6-3 dopo una palla persa in uscita dagli ospiti. Il Minerva continua ad attaccare a pieno organico, ma un'altra palla persa a centrocampo è fatale e regala la tripletta personale ad Angelozzi che vale il 7-3. Gli ospiti siglano la meritata quarta rete al 19' con Cornacchia al termine di un'insistita azione d’attacco e, allo scadere, la doppietta in contropiede di Della Matrice fissa l'8-4 finale chiudendo il confronto. 


Ma gli esami non sono certamente finiti per gli uomini del presidente D’Eusebio, che la prossima settimana sono attesi da un’altro vero e proprio scontro diretto con la terza della classe, l'Academy l'Aquila, grande rivelazione del campionato, che dopo l’impresa di Ripa Teatina è salita nuovamente sul podio occupando il gradino più basso a due sole lunghezze dall’Hatria.


CLICCA QUI PER VEDERE IL SERVIZIO DI SUPERJ E GLI HIGHLIGHTS