Atletico Cassano, Lestingi: ''Non guardiamo alla classifica, ma a lavorare per migliorare ancora''

Sono arrivati tre punti d’oro per l’Atletico Cassano nell’ultimo match di campionato contro la Polisportiva Futura. Adesso la compagine guidata in panchina da Giampiero Recchia si può godere il turno di riposo imposto dal calendario.

Facciamo un primo piccolo bilancio di questo scorcio iniziale di stagione con il laterale, classe 1991, Andrea Lestingi

“Quella di sabato era una partita che nascondeva diverse insidie. Affrontavamo una squadra pericolosa, e ci ha anche messo in difficoltà in diversi frangenti. Abbiamo avuto la meglio grazie a spirito di sacrificio e abnegazione, mettendo inoltre in pratica sul campo tutte le situazioni provate in settimana. Serviva una reazione dopo la batosta di Cosenza ed è prontamente arrivata. Difficile tracciare un bilancio dopo sole sette partite – prosegue il laterale - Meglio non basarsi sui risultati e valutare più il percorso di crescita che la nostra squadra sta percorrendo. Rispetto all’inizio del campionato ci sono molte più certezze, i concetti di gioco vengono applicati in maniera sempre più naturale e fluida e questo non potrà che essere un fattore determinante per il prosieguo. Non guardiamo alla classifica, ma a lavorare per migliorare ulteriormente. A fine anno, se il nostro processo di crescita sarà completo, senza dubbio realizzeremo di aver portato a casa una posizione di classifica importante”.

Per Lestingi un ritorno a Cassano la scorsa estate dopo circa cinque anni. Con quali obiettivi?

“Innanzitutto mi preme dire che sono onorato di essere tornato a Cassano dopo cinque lunghi anni. L’ho lasciata come un “progetto” di grande società e la ritrovo come una grande società a tutti gli effetti. Detto questo, non sono assolutamente nella posizione di potermi porre obiettivi: sono reduce da un anno sostanzialmente fermo, e se sono riuscito a riattaccare la spina e mettermi in pari è solo grazie alla fiducia del mister e della società. Per questo mi aspetto di migliorare, di imparare e soprattutto di divertirmi, vivendo con spensieratezza ogni momento e lavorando sodo per dare tutto me stesso per i miei compagni, per lo staff e per tutto l’Atletico Cassano”.


emme elle



foto: Alessandro Caiati