Atletico Conegliano, ora la vetta è a -1! Matheus Bastos: “Un motivo in più per sognare in grande”

L'Atletico Conegliano, oggi più che mai, ha la grande occasione di sognare in grande. Perché, anche se il successo in coppa regionale è sfumato proprio in finale, adesso, a poco più di un mese dall'amaro epilogo della Final Eight di Tombolo, la formazione trevigiana neopromossa in Serie C1 veneta, grazie alla vittoria di venerdì scorso in trasferta sul Cosmos Nove per 7-3 e la contemporanea sconfitta della capolista Verona sul campo della Dibiesse Miane, si trova soltanto a una lunghezza di distanza dalla vetta. Proprio dalla vincente prestazione in terra vicentina, giunta in occasione della ventunesima giornata di campionato, abbiamo cominciato con Matheus Bastos la nostra disamina del momento magico che sta vivendo la compagine coneglianese.

- Matheus, come commenteresti la vittoria sul Cosmos? Cosa vi ha permesso di portare a casa i tre punti? 

"Con il Cosmos Nove sicuramente è stata una vittoria di squadra - racconta il classe 1998, autore di una doppietta nel match di Nove -, sapevano che non sarebbe stata una partita facile perché avrebbero messo quella marcia in più a causa delle assenze importanti in rosa. Alla fine abbiamo portato a casa i tre punti, unico obiettivo di tutta la squadra. Fattore decisivo sicuramente sono stati la determinazione e il duro lavoro di tutti".

- La Dibiesse intanto ha battuto il Verona, con i gialloblù che adesso sono a -1: ora avete davvero l'occasione di sognare in grande? 

"Da neopromossa ritrovarsi a -1 dalla prima è sicuramente un motivo in più per poter sognare in grande, ovviamente si continua a lavorare duramente e soprattutto con la testa sulle spalle".

- Come valuti la stagione sul piano personale? Sei soddisfatto di quanto hai potuto fare finora? 

"Stiamo facendo un'ottima stagione, lavoriamo ogni settimana per migliorare il nostro gioco e i risultati si vedono ma sono sicuro che questa squadra possa fare molto di più. Personalmente non sono completamente soddisfatto del mio lavoro svolto finora, ma continuerò a lavorare per poter dare il mio contributo a questa grandissima squadra".


Lorenzo Miotto






Foto: Stefano Vidotto