breaking news

23/02/2021 23:08

Belsito suona la carica, poi ci pensa sempre Japa-gol: Schiochet completa la rimonta, Meta battuta

Splendida vittoria della Came Dosson contro una Meta Catania che si è dimostrata la degna avversaria che tutti si aspettavano: dopo un primo tempo opaco, i biancoblu sono tornati in campo trasformati mettendo in campo una prestazione da grande squadra.

LA CRONACA - La Came cerca di imprimere il suo gioco fin dai primi minuti ma gli ospiti dimostrano grande personalità, difendendo in modo organizzato e costruendo valide iniziative offensive: prima Kuraja, ben liberato da un cambio di gioco, mette alla prova i riflessi di Pietrangelo, poi lo stesso giocatore croato libera davanti alla porta Rossetti che aggira Pietrangelo e con un tocco sotto porta in vantaggio i suoi. 

Reazione immediata della Came che trova il pareggio poco dopo: rapida serie di passaggi e palla che arriva a Belsito nei pressi del dischetto del calcio di rigore, splendida finta del giocatore argentino che elude la marcatura e realizza con un tiro imparabile all’angolino basso. Il forcing biancoblu prosegue e i padroni di casa vanno vicini in due occasioni al vantaggio: Dovara si oppone però alla grande e subito dopo sono ancora gli ospiti a trovare il nuovo vantaggio con Quintairos. 

I ragazzi di mister Samperi continuano a proporsi in avanti con buona continuità, spegnendo sul nascere le iniziative biancoblu e rendendosi pericolosi dalle parti di Pietrangelo: al minuto arriva anche il doppio vantaggio del Meta, lo sigla Kuraja sugli sviluppi di un’azione da calcio d’angolo. 

Nei minuti che precedono l’intervallo la Came prova il tutto per tutto in avanti per ridurre lo svantaggio ma il Meta non concede nemmeno un centimetro e mantiene il doppio vantaggio fino alla fine del primo tempo.

Avvio di ripresa con la Came assoluta protagonista: Dovara si esalta sulle conclusioni di Bertoni e Murilo ma non può nulla sulla conclusione da fuori area di Belsito che riduce lo svantaggio. Come nel primo tempo il Meta non si scompone e reagisce subito: azione da calcio d’angolo e palla fuori per Rossetti che trova l’incrocio dei pali con una conclusione imparabile che vale il nuovo doppio vantaggio ospite. 

La gara non concede un attimo di sosta e si gioca a ritmo altissimo: la Came trova il gol del -1 con Grippi che sugli sviluppi di un corner è il più veloce a centro area a fiondarsi sulla palla e a spingerla in rete. La rete galvanizza i padroni di casa che proseguono nel forcing offensivo e trovano il meritato pari con Murilo che servito da Belsito si inserisce centralmente e col piattone spiazza Dovara.

Anche nei minuti successivi la Came dimostra di avere una marcia in più mentre il Meta sembra non trovare più gli automatismi del primo tempo: la porta ospite trema sulle traverse di Belsito e Bertoni ma al 13’ bomber Japa gonfia la rete al termine di un’azione arrembante. 

Nei minuti finali con il Meta in costante pressione offensiva la Came dimostra una volta di più tutto il suo enorme valore andando in rete per altre due volte: prima con Japa al termine di un’azione personale travolgente, poi con Murilo che approfitta della porta avversaria lasciata libera; fissa il risultato sul 7-5 finale la rete di Suton a pochi secondi dalla sirena. 

Da segnalare il debutto tra i pali di Ditano che ha sostituito alla grande Pietrangelo uscito per una contusione alla testa.


CAME DOSSON-META CATANIA BRICOCITY 7-5 (pt 1-3)
CAME DOSSON: Pietrangelo, Belsito, Vieira, Bertoni, Murilo Schiochet, Azzoni, Dener, Ugherani, Giuliato, Juan Fran, Grippi, Espindola, Ronzani, Ditano. All. Rocha.
META CATANIA BRICOCITY: Dovara, Rossetti, Baldasso, Suton, Josiko, Foti, Silvestri, Kuraja, Quintairos, Tomarchio, Biagianti, Mambella, Manservigi. All. Samperi.
ARBITRI: Simone Zanfino (Agropoli), Gianfranco Marangi (Brindisi), crono: Fabio Pozzobon (Treviso)
MARCATORI: pt 8'08'' Rossetti (M), 9'38'' Belsito (C), 10'33'' Quintairos (M), 13'58'' Kuraja (M), st 1'22'' Belsito (C), 2'48'' Rossetti (M), 6'44'' Grippi (C), 8'58'' Murilo Schiochet (C), 13'14'' e 17'14'' Vieira (C), 18'10'' Murilo Schiochet (C), 19'50'' Suton (M).
NOTE: ammoniti Josiko (M), Dener (C), Mambella (M), Pietrangelo (C), Rossetti (M).

.