Bissuola, tutto normale per Cavaglià: ''La Casalgrandese doveva attaccare, abbiamo gestito bene''

Il Bissuola, pur perdendo per 2-0 contro la Real Casalgrandese, in virtù del 5-1 conquistato all'andata, è riuscito a strappare il pass per le Final Four di Coppa Italia. Ecco come il pivot lagunare Lorenzo Cavaglià commenta il match del Palakeope. 


"La partita da parte nostra è stata sicuramente più difensiva che offensiva: loro dovevano recuperare quattro gol di svantaggio e hanno spinto sin da subito per rimontare. Noi dovevamo fare una partita intelligente, senza subire troppo le loro avanzate, cercando di limitare il più possibile il loro attacco e provando a punirli quando avrebbero commesso qualche errore". 


- Nonostante l'organizzazione difensiva, due reti sono state però incassate e sono costate la prima sconfitta stagionale…


"I due gol - prosegue Cavaglià - li abbiamo subiti con il loro quinto di movimento in campo. Sapevamo che avrebbero potuto giocare questa carta perché il gap era sicuramente difficile da recuperare per loro. Tuttavia siamo stati bravi a limitarlo il più possibile". 


Prima di soffermarsi su cosa il Bissuola abbia imparato da questa lezione, Cavaglià si congratula con l'avversario. 


"Vorrei fare i miei complimenti alla Real Casalgrandese per il doppio confronto: sono un’ottima squadra e hanno saputo metterci in difficoltà in entrambi i match". 


Poi comincia la disamina del giocatore gialloblù sugli aspetti da migliorare in vista della Final Four. 


"Abbiamo imparato che dobbiamo cercare di essere più cinici sotto porta, sfruttando la maggior parte delle occasioni che ci capitano, perché, specie all’andata, abbiamo creato veramente tanto senza riuscire a capitalizzare davvero. Alla fine il vantaggio dell’andata è stato sufficiente per il passaggio del turno, però in un doppio confronto come questo le chance non create possono essere determinanti, soprattutto davanti a un avversario di ottima qualità".