Bitonto, dopo la sosta c'è il Bernalda. Di Benedetto: "Dobbiamo avvicinarci all'obiettivo playoff"

Il Futsal Bitonto è pronto per ripartire. Dopo il turno di sosta vissuto sabato scorso, utile per rifiatare, la compagine neroverde riprenderà la marcia in campionato domani pomeriggio quando accoglierà tra le mura amiche il Bernalda. Alla vigilia della gara così ha parlato il portiere del Bitonto, Michele Di Benedetto, intervistato dall'ufficio stampa del club.

"Queste settimana - esordisce l'estremo difensore - è servita soprattutto per ricaricare le batterie perché comunque venivamo da una serie di partite molto impegnative. Abbiamo recuperato al meglio le energie".

Dopo un inizio di stagione travagliato e pieno più di dolori che di gioie, la squadra sembra essersi ritrovata, ottenendo diverse importanti vittorie. Di Benedetto svela i retroscena di questo cambio passo.

"Come squadra ci siamo compattati, ci siamo guardati in faccia e abbiamo capito che dovevamo dare tutti il 100%, perché fino a quel momento non stavamo dando tutti quello che potevamo davvero dare".

Ora come detto la testa va alla sfida casalinga con il Bernalda.

"All'andata avevamo vinto 2-1 però la partita era stata aperta fino alla fine: l'avevamo portata a casa, ma era stata dura. Adesso troviamo un Bernarda diverso rispetto all'andata; sabato è importante vincere perché vincendo ci possiamo avvicinare al nostro obiettivo chiamato playoff".

Di Benedetto in chiusura di intervista viene anche interrogato sul suo rapporto con il preparatore dei portieri neroverde Beppe Colaianni. Ecco come risponde Michele.

"All'inizio non è stato semplice, ma diciamo che con il tempo ho imparato a capire che cosa voleva lui da me e cosa io volevo da lui, riuscendo così a trovare la giusta compattezza”.