Bitonto, un finale amaro: i neroverdi sprecano sul più bello, il Dream Team no e fa suo il derby

Il liquore dal retrogusto veleno. Non ha assunto la propria naturale funzione di digestivo post pranzo, il sabato pomeriggio dei leoni neroverdi. Semmai, è stato fonte di gastrite da attribuire ad un carico eccessivo di stress, tensione e rimpianti.

Stress per una serie di decisioni discutibili come una rete annullata sul filo dei secondi e la sirena a fine primo tempo o per un fallo netto non ravvisato dai direttori di gara da cui poi è scaturita la terza rete. Tensioni, come quella che ha caratterizzato tutta la gara vissuta sul filo dell'equilibrio fra il paradiso e l'inferno. Rimpianti, come quelli di essere passati immediatamente in vantaggio e di aver ripreso la gara anche nei momenti più difficili, salvo poi non dare il graffio decisivo, sprecando malamente un due contro uno che avrebbe sancito un pari giusto alla contesa.

Finisce dunque per 5-3 in favore per il Palo il derby della sedicesima giornata del campionato di serie A2 girone D. Ai neroverdi non bastano le reti di Castillo, Banegas e Decillis per avere la meglio dei bianco azzurri,in una gara pirotecnica. Ora l'imperativo in casa Futsal Bitonto è rialzare la testa e reagire immediatamente a partire dalla sfida casalinga di sabato prossimo contro il Monopoli.

LA PARTITA - Mister Pietro Di Bari orfano dello squalificato Ferdinelli, sceglie di partire col cinque composto da Dibenedetto, Banegas, Orlino, Castillo e Decillis.
Il Bitonto parte forte e dopo diciotto secondi passa in vantaggio con Castillo che riceve lungo e di testa sul secondo palo fa 0-1.
Al 3' Castillo apre per Orlino che dribbla il portiere ma centra il palo.
All'8' però il Palo pareggia con l'ex Lorusso che si coordina al volo in area e fa 1-1 sul secondo palo.
Al 15' il Bitonto trema ancora sul tiro ravvicinato di Marolla, ma Dibenedetto è superlativo e con la mano aperta gli dice di no.
Il sorpasso però è nell'aria ed arriva pochi secondi più tardi sugli sviluppi di un angolo con Rella che al volo dal limite fa 2-1.
Al 18' il Bitonto sfiora il pari con Castillo che calcia forte ma centrale col sinistro in area e permette al portiere di casa di salvarsi con il piede.
Al 19' clamorosa doppia occasione per Castillo, ma prima la traversa e poi il portiere negano all'argentino la gioia del pari.
Al 20' sulla sirena il Bitonto trova il paria i direttori di gara non sono della stessa opinione e nom convalidano la rete, mandando le due squadre sul 2-1 per il Palo.

Nella ripresa il Bitonto parte bene ma al 2' spreca clamorosamente con Decillis a porta sguarnita.
Al 5' Decillis supera in pallonetto il portiere, ma Dell'Oglio salva di testa sulla linea e tiene a galla i suoi.
All'11' da un fallo non sanzionato su Solimini, il Palo riparte e fa 3-1.
Il Bitonto non molla ed all'11' accorcia le distanze con Banegas che sul secondo palo col piattone destro fa 2-3.
Al 17' Castillo sfiora di testa ma non basta. Sul ribaltamento di fronte il Palo è cinico e dopo la respinta del palo fa 2-4 sottoporta. Il Bitonto a trentatré secondi dalla fine fa 4-3 con Decillis, alla ripresa spreca clamorosamente il pari e poi subisce la rete del 5-3 a porta vuota.

Danilo Cappiello - Ufficio Stampa Futsal Bitonto.