breaking news

27/07/2022 19:17

C'è una sola e vera Anteprima, la nostra: Cuzzolino è ufficialmente un nuovo giocatore della L84

C'è poco da fare. Quando vi diciamo di diffidare dalle imitazioni, diciamo il vero. E i fatti sono ancora qui a dimostrarlo: a dimostrare che quando l'Anteprima parla, allora bisogna ascoltarla attentamente.


Calcioa5Anteprima per prima aveva annunciato l'addio e la partenza di Cuzzolino da Pesaro (CLICCA QUI). Per prima aveva annunciato l'interesse iniziale della L84 (CLICCA QUI) e il suo successivo affondo nelle trattative (CLICCA QUI).


Adesso l'ufficialità del passaggio al club piemontese da parte del fuoriclasse argentino conferma tutte le nostre anticipazioni. Tutti gli altri non hanno potuto fare altro che seguirci a ruota e cavalcare l'onda, in evidenti (e tardivi) tentativi di emulazione.


IL COMUNICATO - Non è un giorno come un altro in casa L84. Un campione d’Italia, d’America e del mondo sta per varcare per la prima volta le porte di quella che diventerà casa sua per due stagioni.


Una penna e un foglio non bastano per descrivere un simbolo, un icona di questo sport. Nel Futsal, il nome Leandro Esteban Cuzzolino è sinonimo di Campione. In Italia sono 15 i trofei portati a casa dall’argentino: 3 campionati, 7 coppe Italia e 5 Supercoppe italiane. Conquista il Vecchio Continente grazie alla Champions League vinta con il Montesilvano, unica squadra italiana a riuscirci.


Se ci spostiamo in patria, il campione diventa leggenda: con la fascia da capitano ha guidato la sua Argentina alla conquista della Copa America nel 2022, sei anni dopo essere salito sul tetto del mondo con la maglia albiceleste.


Dal 2006 ha trasformato l’Italia nella sua casa. Al suo arrivo, si aprono le porte dell’Arzignano, avventura durata tre anni. Lasciato il Grifo, si stabilisce in Abruzzo, regione che gli offre la possibilità di mettersi in mostra con Montesilvano, Acque&Sapone e Pescara. Nel 2019 si apre una breve parentesi spagnola, dove veste la maglia del Levante, squadra con la quale trova la via del gol per nove volte. L’esperienza iberica dura soltanto un anno, al termine del quale decide di tornare nel Belpaese, destinazione Pesaro. Con i marchigiani si cuce sul petto due scudetti in altrettante stagioni, portandosi a casa anche due Coppe Italia e una Supercoppa Italiana.


Laterale, classe’87, dotato di un mancino capace di colpire in quasi tutte le finali delle competizioni vinte. Nell’ultima stagione in biancorosso, sono 8 i gol messi a segno. Il record in Serie A lo scrive nella stagione 2020/2021, quando esulta per ben 25 volte in campionato, superando il record personale di 23 marcature del 2018-2019 con i colori della ormai ex Acqua&Sapone.


Torino è pronta a una nuova pagina della sua storia sportiva. Benvenuto Cuzzo!