Palmanova, concentrazione altissima. C’è il Maniago, Bearzi: “Sfida decisiva per entrambe…”

Giornata numero ventuno del girone B di Serie B e per il Palmanova c’è lo scontro salvezza con il Maniago. Un impegno dove non è possibile commettere passi falsi, dove i tre punti valgono doppio specialmente nella corsa per mantenere la categoria. 

Va ricordato che oltre alle ultime sei giornate di campionato, i friulani devono recuperare ancora due partite, contro Cornedo e Olympia Rovereto, altre due sfide fondamentali per la permanenza, senza dimenticare l’ultima giornata contro il Giorgione.   

Contro il Maniago, pertanto, si potrebbe definire come la prima di quattro finali? 

“E’ una sfida decisiva per entrambe – sottolinea capitan Alan Bearzi. – Il Maniago per accorciare sul penultimo posto, mentre per noi per alimentare le ultime chance di salvezza diretta, agganciando il gruppo di squadre davanti a noi. Una sconfitta, per una delle due, potrebbe mettere fine alle speranze”. 

In che modo ci arriva il Palmanova?

“Non ci arriviamo nel migliore dei modi, c’è stato qualche piccolo problema interno, ma questo potrebbe solo darci la scossa giusta e quello scatto d’orgoglio. Ad oggi non abbiamo defezioni, ma è pur vero che da inizio stagione conviviamo con giocatori che purtroppo non sono al cento per cento. Questa non vuole essere in alcun modo una scusante. Col Maniago dobbiamo farci trovare pronti. Tutti dobbiamo farci un esame di coscienza, me per primo come capitano e perciò, se proprio quest’anno il destino dice che dobbiamo affondare, sarò l’ultimo ad abbandonare la nave”.