breaking news

31/07/2021 17:47

Campanelli è già un fiume in piena: ''Sala Consilina resterà nel cuore, darò tutto per la Feldi''

Da Sala Consilina a Eboli, dallo Sporting salutato mentre si appresta a cimentarsi in Serie A2 alla Feldi ormai realtà consolidata della Serie A. Daniele Campanelli non sta nella pelle: il nuovo “team assistant” delle volpi si è subito detto entusiasta di questa nuova avventura.

“Sono davvero orgoglioso di entrare nella famiglia Feldi Eboli, per questo ringrazio il presidente Di Domenico che mi ha dato questa grande opportunità. Sin dalle prime battute ho percepito quanto entusiasmo ed ambizione muovono questa realtà, caratteristiche che ritengo fondamentali per crescere ad ogni stagione”.

Da Padula dove risiede a Polla dove è nato, passando per le realtà del futsal frequentate, il richiamo del pallone a rimbalzo controllato è forte.

“Ormai sono diversi anni che la Feldi è riconosciuta come una vera e propria realtà, l’eco della curva risuona ovunque, Eboli è una grande piazza, un motivo d’orgoglio ancor più grande per offrire il mio contributo a questi colori”.

Le aspettative sono tangibili.

“Spero che possiamo presto rivedere gli splendidi tifosi gremire il palazzetto, un pubblico da sempre apprezzato per il calore e la vicinanza alla squadra. Credo che qui ci siano tutte le condizioni per fare bene, ho salutato una città ed una tifoseria altrettanto calorose, Sala Consilina avrà sempre un posto nel mio cuore, ma d’ora in poi darò tutto per la causa rossoblù”.

Nessun obiettivo, poche chiacchiere, tanto lavoro da fare.

“Adesso bisogna scorciare le maniche e mettersi a lavorare al meglio per preparare questa stagione, arrivo qui con umiltà e pronto ad imparare le dinamiche della Serie A, ho voglia di dare il massimo per questi colori. Al contempo, voglio ringraziare personalmente Sergio Macellaro che mi ha sempre parlato bene di questa realtà, oggi ci sono dentro e realizzo un sogno”.

 Ufficio Stampa Feldi Eboli