Catalano scuote il Lido Il Pirata: «Con il Nuova Florida è la gara per rimetterci in carreggiata»

Quarto posto in classifica nel girone D di Serie C2, ma con l’obiettivo dei playoff ancora ben fissato davanti agli occhi. Il Lido il Pirata sta cercando di dire la sua nel secondo campionato regionale del Lazio, ma soprattutto è impegnato a consolidare sul territorio un progetto chiamato a rilanciare le vicende del futsal maschile fondano caduto in disgrazia dopo alcuni anni di fervore. Con il patron e vice-presidente Tony Catalano abbiamo parlato di questo impegno ma anche degli obiettivi che il club si pone nel contesto sportivo del comprensorio fondano nonostante negli ultimi tempi le varie discipline non stiano, appunto, vivendo un momento brillantissimo.


“Nonostante il periodo poco florido nell’ambito sportivo, noi sin dalla nascita del club, abbiamo sempre avuto l’idea di concentrare i nostri obiettivi puntando sui ragazzi, e quindi sul settore giovanile. E per come stanno andando le cose negli ultimi due anni posso dire che stiamo riuscendo nell’ intento”.


La stagione ha sin qui regalato più luci che, fortunatamente, ombre alla squadra del presidente Michele Schiappa, anche se la sconfitta subita nell’ultimo in casa dello Sporting Terracina rischia adesso di complicare il percorso per accedere quanto meno ai playoff. 


- Ad ogni modo, presidente, si ritiene soddisfatto del comportamento avuto sin qui dalla squadra? Ci sono recriminazioni?


“L’ultima sconfitta ha sottolineato il nostro momento no, dovuto da ben tre infortuni tra le prime linee, ma questo non deve essere un alibi. Lo Sporting è un diretto avversario in chiave playoff, vero, ma guardiamo avanti per i prossimi nove incontri con l’intento di rosicchiare qualche altro punto. La squadra risponde bene, nonostante tutto e i giocatori si impegnano costantemente. L’unica recriminazione, ma parlerei anzi di ‘colpa’, è stata quella di non aver inserito già da inizio campionato i diversi giovani a disposizione”.


Sabato il Lido Il Pirata è atteso da un impegno decisamente agevole con il Nuova Florida, che all'andata la squadra allenata da Massimiliano Triolo ha asfaltato con ben 22 reti. Ma è anche il giorno di Ceprano-Sporting Terracina, confronto diretto tra due squadre che sono in corsa per i playoff. Ma la di là del risultato di Ceprano, quale errore capitan Coppolella e compagni dovranno evitare per non incappare in brutti scherzi in una partita che sulla carta non dovrebbe essere in discussione?


“Sicuramente dovrà essere l’atteggiamento non solo in campo, ma mentale. In diverse partite, leggi Città di Sora, Monte San Biagio e Formia, si è approcciati in modo ‘leggero’ al match e abbiamo pagato pegno. Il Nuova Florida sarà la partita per rimetterci in carreggiata”.