Celano, una rimonta firmata doppio Panacci. Il 3-3 con l'Anzio dedicato a Diego Rodriguez (serio ko)

Il Celano conosce il primo pareggio della stagione, dividendo la posta del confronto della quinta giornata di andata del girone C del campionato di Serie A2 con un mai domo Città di Anzio. 3-3 il risultato finale, ma nessuno, in via delle Torre, dopo l’inatteso triplo svantaggio maturato alla fine del primo tempo, avrebbe scommesso sulla rimonta marsicana, arrivata addirittura dal completarsi al termine di una ripresa garibaldina. Peccato per l’infortunio occorso nel finale del secondo tempo a Diego Rodriguez, cascato male su una spalla e costretto al ricovero presso l’ospedale di Avezzano dove nei prossimi giorni verrà operato alla clavicola destra: per lui si teme un lungo stop e gli auguri per una pronta guarigione sono d’obbligo. 


Cimini ritrova per la prima volta in questo campionato Dustin Calvet, fin qui assente per la squalifica retaggio degli ultimi playoff, che fa dunque il suo esordio stagionale, ma deve ancora rinunciare a Lautaro Biondi, in recupero dopo l’infortunio, e Dylan Calvet, appiedato dal giudice sportivo per via dell’espulsione subita sette giorni prima ad Ariccia. 


LA CRONACA - Il Città di Anzio dimostra da subito di essere una squadra organizzata sfruttando ogni occasione che le si presenta, con la Futsal Celano che nonostante le numerose occasioni create non riesce a trovare la via del gol. Al contrario degli ospiti che sbloccano il risultato con Araujo, raddoppiano con Vega e ancora con Araujo centrano nuovamente il bersaglio, chiudendo la prima frazione di gioco con un inatteso parziale di 3-0. 


Negli spogliatoi la squadra si ricompatta, Cimini provvede ad attuare qualche accorgimento tattico e il Celano torna in campo con una squadra completamente diversa nella voglia, nello spirito di sacrificio e nella concretezza, tanto che passano solo trenta secondi che capitan Marianetti accorcia le distanze dopo aver recuperato palla. Sulle ali dell’entusasimo ci pensa ancora Panacci a riaprire i giochi realizzando la rete del 2-3. 


Cambia totalmente l’inerzia della partita, salgono in cattedra Dustin Calvet e Rodriguez, ma il portiere avversario si dimostra all’altezza della categoria opponendosi alle giocate dei due sudamericani. Il Celano rischia nel momento in cui Marianetti becca il secondo giallo e deve prendere anzitempo la strada degli spogliatoi. Ma la difesa tiene e supera i due minuti inferiorità numerica grazie anche ad ottimo Mattia Palumbo che chiude praticamente tutto. 


Nei minuti finali accade di tutto: appena ristabilita la parità numerica, Dominguez, lanciato sulla fascia, cade pesantemente e deve uscire obbligatoriamente dal campo. Ma è l’episodio che probabilmente da la scossa decisiva ai celanesi: è di nuovo Panacci che con un diagonale preciso fa esplodere il palazzetto per il 3-3 che chiude l’incontro.