Città di Anzio, festival di emozioni contro il Laurentino: il 4-3 finale è un urlo liberatorio

Una gara emozionante per il Città di Anzio che davanti al proprio pubblico vince per 4-3 su un mai domo Laurentino. Seconda vittoria di fila per la squadra di Di Fazio, a punteggio pieno nel girone E dopo la disputa dei primi due turni.

LA CRONACA - Parte forte il Città di Anzio con Radaelli che regala un primo brivido al portiere del Laurentino. Il gol del vantaggio biancoblù arriva dai piedi di Silvestrini, bravo a scagliare un diagonale rasoterra dalla sinistra dopo essere stato servito su calcio d’angolo. Lo stesso Silvestrini si rende successivamente pericoloso con un desto che sfiora l’incrocio dei pali dopo aver affrontato la marcatura arcigna di tre avversari. Il match prosegue a senso unico con il Città di Anzio sempre sul pezzo grazie a un Radaelli indemoniato sulla sinistra. Prova a reagire il Laurentino con la conclusione dalla distanza di Lippolis che trova l’opposizione di Lo Grasso. Lo stesso estremo difensore dell’Anzio si rende protagonista di un altro intervento provvidenziale, prima che gli ospiti trovino comunque la rete dell’1-1 grazie alla punizione ravvicinata trasformata da Merlonghi. I padroni di casa però non ci mettono molto a ristabilire le distanze: è Araujo a firmare il 2-1 spedendo in porta la ribattuta della sua conclusione precedente.

Nel secondo tempo il Laurentino centra anche una traversa con Merlonghi. Il 2-2 arriva comunque con il gol di Iozzino su un repentino ribaltamento di fronte. A questo punto deve salire ancora in cattedra il brasiliano Radaelli che con una potente conclusione da fuori area firma il 3-2 in favore dell’Anzio. Alla festa biancoblù si unisce anche Zullo che insacca a pochi passi dalla porta servito da un tocco di ritorno ravvicinato di Araujo. Non si può stare tranquilli però perché il Laurentino fa 4-3 con la rete da rapace di Ardone. Gli ospiti poi provano l’assedio con il quinto di movimento, ma il suono finale della sirena decreta il trionfo del Città di Anzio.

l.m.


CLICCA QUI PER GLI HIGHLIGHTS