Città di Anzio, i mister Di Fazio e Doria in coro: ''Due giorni emozionanti, coronato un sogno''

La vittoria del campionato da parte del Città di Anzio porta ovviamente il timbro indelebile dello staff tecnico, a partire da mister Marco Di Fazio. Queste le sue parole rilasciate all'Ufficio Stampa del club al termine della promozione in serie B.

"Una due giorni emozionante - spiega Di Fazio - con il Cortina è stata una partita tesa, dove abbiamo davvero buttato il cuore oltre l'ostacolo. Domenica invece abbiamo incontrato una squadra forte e rodata e l'abbiamo affrontata a viso aperto. Abbiamo voluto sottolineare il valore che la società aveva già dato ai nostri giovani facendogli fare un circuito nazionale e il lavoro dei tecnici del settore giovanile che hanno cresciuto i nostri ragazzi. Vedere ragazzi di 17-18, massimo 19 anni, imporsi con personalità è stato un grande orgoglio".

Queste invece le parole di mister Gabriele Doria.

"È stato un anno lungo, strano, difficile, ma allo stesso tempo bellissimo - spiega Doria -  abbiamo coronato un sogno forse impensabile ad inizio anno.Vanno fatti i complimenti alla società, che in un periodo così difficile per chiunque, ha dato delle certezze allo staff e soprattutto a tutti i giocatori. Si è battuta per dare una realtà importante ai ragazzi dell'under 19, senza pretese o ambizioni di risultato, ma soltanto per i valori dello sport e del bene che quest'ultimo faccia ai giovani. È stata giustamente ripagata, con una promozione storica in serie B. Di questo vanno fatti i complimenti soprattutto ai ragazzi, che hanno lavorato costantemente senza mollare mai, sotto la guida del mister, autentico protagonista e regista di tutta la stagione, che ha riportato un'identitá e un carattere che ormai mancavano da anni."

Qualche piccolo rammarico esiste per la stagione?

"C'è un pizzico di rammarico per la coppa. Un'ultima partita che ci ha visto batterci alla pari con una grande squadra e dove con un pizzico di fortuna e di lucidità in più, forse sarebbe finita diversamente. Ne usciamo a testa alta, da squadra vera e soprattutto con un biglietto per la serie B. Nella finalissima, per molti minuti, sono stati in campo contemporaneamente 4 ragazzi under, dove hanno mostrato tutta la loro personalità e le loro qualità, mettendo in difficoltà il Frosinone. Questo fa capire che l'obiettivo raggiunto quest'anno non è un punto di arrivo, ma bensì un punto di partenza per il futuro del Città di Anzio. Ieri ho mandato un messaggio a tutta la squadra che è il seguente: 'Ci tenevamo tutti a vincere la coppa, ma abbiamo perso una finale a testa alta, giocandola alla pari con una bella squadra. Oggi però dovete essere felici per quello che è stato e per quello che avete fatto. Sfoggiate con fierezza la maglia celebrativa.Avete scritto la storia del Città di Anzio, portandolo in serie B. Siate orgogliosi di voi stessi...perché noi lo siamo'.  Questo è quello che penso, questo è quello che pensano i tifosi...grazie ragazzi!"