Città di Anzio, Zullo rimane concentrato: ''Tre punti d'oro, ma c'è ancora tanto da lavorare''

Secondo successo consecutivo per il Città di Anzio di mister Marco Di Fazio che dopo aver sbancato il Pala Anselmi di Fabrica all’esordio in campionato si è ripetuto nella prima in casa contro il neopromosso Laurentino. 4-3 il finale al Pala Rinaldi, un risultato arrivato al termine di un’altalena di emozioni che ha visto la squadra neroniana mettere in mostra buona parte del suo infinito repertorio tecnico e caratteriale. Due volte in vantaggio e due volte raggiunti, i ragazzi di Anzio hanno piazzato le stoccate decisive nella ripresa volando così a punteggio pieno nel girone E.


Una vittoria cercata, voluta e soprattutto meritata.


“Dovevamo vincere per dare seguito al successo di Fabrica e lo abbiamo fatto – le parole di Daniele Zullo, al suo primo anno ad Anzio dopo aver scritto un pezzo di storia del futsal pometino con oltre 150 gol all’attivo – ci aspettavamo un avversario ostico che non avrebbe mai mollato ed il Laurentino si è  rivelato tale. Una squadra ben organizzata e con un grande carattere che può vantare anche individualità importanti. Portiamo a casa questi tre punti d’oro anche se probabilmente la prestazione non è stata brillante come nelle precedenti uscite.  Siamo consapevoli che c’è ancora tanto da lavorare per arrivare ad essere quel Città di Anzio che vuole mister Di Fazio, ma il nostro è un gruppo completamente rinnovato ed è fisiologico che serva ancora del tempo”.


Vero e proprio crack del futsal mercato estivo targato Fabio Locatelli, dopo essere andato a segno al debutto in Coppa Divisione, DZ7 contro il Laurentino si è sbloccato anche in  campionato. E proprio nel giorno del suo compleanno.


“Una soddisfazione doppia – conclude – segnare chiaramente fa sempre piacere  ma è importante che i gol possano essere funzionali al bene della squadra”. 


Alessandro Bellardini