breaking news New

22/02/2021 09:23

Città di Capena, il sogno svanisce nell'ultimo quarto: Pato trascina il Falconara, finisce 5-2

Il tabellino, nella sua freddezza, riporta un'altra vittoria del Falconara, ma il match andato in scena al PalaBadiali racconta un'altra storia: una partita intensa, giocata ad altissimi ritmi, dopo entrambe le squadre hanno dato tutto fino all'ultimo secondo. Un vero e proprio spot per tutto il movimento del futsal femminile. 


LA CRONACA - Le padrone di casa, come da pronostico, partono meglio, scaldando subito le mano di Castagnaro: ci prova due volte Guti nel primo minuto ma il portiere brasiliano le nega la gola del gol. Il Capena contrattacca con Oliveira brava a girarsi e a concludere, Di Biase risponde presente. A metà primo tempo le Leprotte sventavano il vantaggio avversario grazie ad un salvataggio di Agnello ad un metro dalla porta. Successivamente Castagnaro è costretta agli straordinari su una conclusione molto potente di Ferrara. 


Il Capena, in una delle prime occasioni, riparte e fa male: Neka intercetta una punizione battuta male dalle avversarie e serve Fuhrmann che, dopo aver lasciato sul posto Luciani con una giocata di suola, trafigge Dibiase sul secondo palo con un tiro di punta, è delirio della panchina biancorossa che però prova un brivido lungo la schiena quando Bea Martin, nel tentativo di respinta di un tiro avversario, per poco non batte Castagnaro. È il palo a salvare le Leprotte. 


Nella ripresa il Falconara esce dagli spogliatoi convinto di ribaltare il match, almeno tanto quanto il Capena di mantenere il vantaggio: nel primo minuto Castagnaro compie un vero e proprio miracolo sulla conclusione da due passi di Isa Pereira; il Capena risponde con una scatenata Fuhrmann, che però stavolta non sorprende Dibiase, brava a coprire il suo palo. A dieci minuti dalla fine il Capena va vicinissimo al raddoppio: Bea Martin si avventa su una palla respinta corta dalla retroguardia avversaria, sembra tutto fatto, ma Di Biase replica all'avversaria di reparto con un intervento straordinario che tiene in gara le sue compagne. 


Sarà la “sliding door” della gara purtroppo per le biancorosse. Gol "mangiato", gol subito ed allora il Falconara trova il pareggio con “Pato” Dal Maz, brava a risolvere una mischia nell'area di rigore con una conclusione sotto la traversa. Pochi secondi dopo la rimonta è compiuta: la stessa Dal Maz triangola con Marta riuscendo praticamente ad entrare in porta con tutto il pallone. Sembra un uno-due da KO, ma il Capena reagisce con caparbietà trovando subito il pareggio con Benvenuto, che ruba palla a Taty (evento che fa notizia considerando la qualità tecnica della numero 4) e concludere sul primo palo. 2-2 palla al centro, ma neanche il tempo di esultare che le padrone di casa sono di nuova avanti: giocata splendida di tacco di Isa Pereira che libera Marta tutta sola davanti Castagnaro, la numero 7 rimane fredda sotto porta portando così il risultato sul 3-2. 


A questo punto il Falconara prende il controllo della gara, trovando altre due marcature che di fatto chiudono la partita: prima è Guti a trovare la via della rete, approfittando di un errore in uscita del Capena, poi è il turno di Taty che capitalizza un contropiede con una situazione di due contro zero, l'assist vincente è della solita Dal Maz. Il Capena prova ad accorciare le distanze con l'inserimento del portiere di movimento ma senza successo. 


A fine partita comunque è applauso a scena aperta per entrambe le squadre: una prestazione che rispecchia i valori in campo ma che comunque dimostra che nel futsal tutto è possibile, condita da tanto fair play da parte di tutte le giocatrici scese in campo. 



CITTÀ DI FALCONARA-CITTÀ DI CAPENA 5-2 (pt 0-1)

CITTÀ DI FALCONARA: Dibiase, Guti, Taty, Luciani, Dal'Maz, Marta, Nona, Pereira, D'Amaro, Ferrara, Bernotti, Marcelli. All. Neri

CITTÀ DI CAPENA: Castagnaro, Martin, Neka, Benvenuto, Agnello, Di Sabatino, Fuhrmann, Nori, Oliveira, Macchiarella, Pacolini, D'Amelia. All. Chiesa

ARBITRI: Stefania Candria (Teramo), Gabriele Gerardi (Pescara), crono: Stefano Del Dotto (Fermo)

MARCATRICI: pt 16'32'' Fuhrmann (C), st 11' Dal'Maz (F), 12' Dal'Maz (F), 12'30'' Benvenuto (C), 12'40'' Marta (F), 14' Guti (F), 18'15'' Taty (F)

NOTE: ammonita Neka (C)