Città di Massa, Toni Jodas suona la carica. "Non molliamo di un millimetro, a Maser per riscattarci"

Il Città di Massa parte alla volta di Maser con un peso che si porta dietro da una settimana: la sconfitta con il Prato, per come è maturata (da 6-4 a 6-7 nell’ultima parte del match), è rimasta proprio sullo stomaco. Per cui, trattandosi dell’ultima gara prima dell’interruzione di fine anno, viene da sé che la truppa di Aliboni e Torre si presenterà in Veneto animata dal desiderio di vincere per poter trascorrere una sosta natalizia senza bere ulteriori calici amari.


“La partita di domani sarà difficile - sentenzia Toini Jodas Vives. - Dobbiamo tornare a casa con i tre punti per chiudere l’anno in bellezza prima della pausa. La partita di sabato scorso, persa in quella maniera nel finale sicuramente non ci ha fatto abbassare la testa”. 


Una settimana trascorsa a lavorare a capo chino al PalaOliveti. Analizzati gli episodi chiave del match, l’attenzione è stata finalizzata alla preparazione di un test per niente semplice. Ma nel clan massese serpeggia la convinzione di riscattare il brutto ko nel derby.


“Arriviamo al match contro l’Altamarca intenzionati a riscattarci dal ko di sabato scorso - tuona Toni Jodas. - Non vogliamo mollare di un millimetro e fare un’ottima prestazione”.