Città di Mestre, Bordignon prepara la sfida alla capolista L84: "Abbiamo tante certezze in più"

Non c’è il tempo di metabolizzare il turno di sabato, che già mercoledì si torna in campo. 

Ad attendere il Città di Mestre al Franchetti la capolista L84 nel recupero della quinta di andata non disputata per l’emergenza Covid lo scorso 14 novembre 2020.

Sfida che il calendario ripropone poi sabato a campi invertiti per la quinta di ritorno… doppio confronto veneto-piemontese.

Quella contro i piemontesi è una della due partite che mancano agli arancioneri per completare il girone di andata, e al Franchetti ci vorrà una prestazione di sostanza e qualità, come quella di sabato scorso contro il Città di Massa, che si è dimostrata essere una delle formazioni più in forma del momento.

Intensità come nel quarto turno di ritorno, confidando in un esito migliore, perché le possibilità ci sono tutte, stando al racconto del “capitano di giornata” Michele Bordignon.

Arriviamo alla sfida con L84 con consapevolezza e certezze diverse rispetto a qualche tempo fa. Abbiamo visto che ci siamo, che le partite ce le possiamo giocare tutte, e la percezione della sfida con Città di Massa, ora seconda in classifica, è quella che sabato avremmo potuto portarci a casa i tre punti. Le partite sono fatte così, il bello e il brutto dello sport.”

Quel brutto fatto anche di tante occasioni sprecate, di palle gol fallite per un nulla…

Le occasioni sono state tante,” continua Bordignon, “c’è mancato quel pizzico di precisione, e quel poco di convinzione in più. Anche se devo dire non abbiamo mai smesso di crederci, di credere di poter portare a casa il risultato e infatti non eravamo in campo timorosi, ma pieni di fiducia. Abbiamo dimostrato che, rispetto ad altre prestazioni, la squadra c’è, sta bene e può togliersi delle soddisfazioni. Arriviamo a mercoledì con tanta voglia di riscatto perché è come se avessimo perso tre punti, sentiamo di averli persi.

Qual è la chiave allora per scardinare la difesa torinese?

Maggiore precisione negli ultimi metri. Ci manca qualcosina ancora lì davanti. Abbiamo acquisito maggiori certezze in difesa, come chiede mister Candeo. E anche sabato prendere due gol ci può stare nell’arco di una partita. Adesso dobbiamo ripartire dalla prestazione dell’ultimo turno ed essere più convinti sotto porta. Dobbiamo sbloccarci anche in zona gol. Sono convinto che una buona stagione per noi non sia solo puntare alla salvezza. Certo conquistarla quanto prima possibile, ma abbiamo le qualità, che dobbiamo ancora dimostrare del tutto, di poter puntare all’ultima posizione per i play off.”

E allora vediamo di conquistarceli questi punti al Franchetti, dove la vittoria manca da troppo tempo!

Per quanto riguarda la formazione, rientra dalla squalifica Biancato, mentre la società annuncia che il pivot Quinellato, che da qualche settimana per motivi personali si è trasferito ad Ancona, si è accasato in Serie B con il Montesicuro Tre ColliA Carlos i migliori auguri di un futuro professionale pieno di soddisfazioni.





Ufficio Stampa Città di Mestre