Città di Mestre, il riscatto è servito: grande prova di squadra e poker esterno contro l'Aosta

Antonio Candeo aveva chiesto dei guerrieri e guerrieri sono stati, scacciando via nubi tempestose e malumori. Vittoria convincente e in un colpo solo tre punti e sorpasso in classifica alla stessa Aosta che si è dimostrata, come da pronostico, avversario ostico.

Nel primo tempo bravi gli arancioneri a non mollare mai la presa e quando i padroni di casa vanno in vantaggio, subito recuperare per chiudere poi il parziale sul pareggio. Nel secondo tempo, cinismo e difesa ed ecco il colpaccio! “Ci vogliono delle certezze e la difesa deve essere una di queste…” aveva detto Candeo alla vigilia.

E difendendo bene poi si è riusciti a conservare il doppio vantaggio maturato nella ripresa. Con la giusta sofferenza, ma alla fine i tre punti sono arrivati. Valdostani subito in vantaggio con Zatsuga ma ci pensa una sassata di capitan Biancato per trovare la rete del 1-1. La pressione difensiva mestrina si fa sentire e i nostri ragazzi tengono il fiato sul collo agli avanti avversari. Ma il rovescio della medaglia è che già nel corso dei primi 20’ arriva prima il quinto, poi il sesto fallo che portano Mascherona sul dischetto per il tiro libero del possibile nuovo vantaggio.

Lunga rincorsa e palla che sibila alla sinistra di Villano che per poco non ci arriva, 2-1! Potrebbe essere il gol che cambia il corso della partita. In questa travagliata stagione abbiamo visto il quintetto arancionero perdere la strada nel corso dei match. Stavolta però quello in trasferta in Val D’Aosta non molla e a 21” dal fischio di metà tempo ecco che l’”annientatore” mette il sigillo alla sfida!

Palla al centro e Morillo è spietato, siglando subito il 2-2 con cui le squadre vanno all'intervallo. L’inizio del secondo è un bel segnale… ma che gol segna Douglas? Il suo colpo di tacco è da vedere e rivedere. Controllo sulla sinistra, si accentra e spalle alla porta beffa il portiere con un colpo di tacco spettacolare!! 2-3!

Ma non è finita perché al 8’20” Bordignon chiude i conti in contropiede calando il poker. Ora gli arancioneri devono tenere alta la tensione in vista di un'altra sfida difficile, quella contro il Prato. 


AOSTA-CITTÀ DI MESTRE 2-4 (pt 2-2)
AOSTA: Frezzatto, Calli, Da Silva, Zlourhi, Mascherona, Pettinari, Harir, Zatsuga, Piccolo, Fea, Bianqueti, Berthod. All. Rosa
CITTÀ DI MESTRE: Villano, Bordignon, Biancato, Vettore, Zannoni, Peron, Crescenzo, Morillo, Douglas, Conte, D'Erme, Putano. All. Candeo
ARBITRI: Daniele Biondo (Varese), Francesco Aufieri (Milano), crono: Chiara Perona (Biella)
MARCATORI: pt 2'39'' Zatsuga (A), 15'35'' Biancato (M), 17'44'' t.l. Mascherona (A), 19'38'' Morillo (M), st 1'36'' Douglas (M), 8'20'' Bordignon (M)
NOTE:  Mascherona (A), Fea (A), Vettore (M), Morillo (M), Crescenzo (M), Bordignon (M), Bianqueti (A)



Ufficio Stampa Città di Mestre