Il Città di Mestre ritrova la vittoria casalinga e si scrolla di dosso un peso: sestina al Prato

Finalmente è arrivata! La tanto desiderata, agognata e, a posteriori, meritata vittoria casalinga è giunta. Contro un avversario in difficoltà, Prato è ultimo in classifica con soli 4 punti, ma che nel recupero della sfida di andata ci aveva dato molto filo da torcere.

E come è arrivata anche la vittoria oggi… sofferta per alcuni tratti, pochi a dire il vero, ma mai in discussione. Subito in vantaggio con un ritrovato Luca Mazzon, seconda tripletta consecutiva per lui, il Campello incassa il pareggio ma non smette di crederci. E la conseguente reazione è frutto della determinazione e della voglia degli arancioneri che chiudono il primo parziale in vantaggio 3-1.

CRONACA- Assenze pesanti da una parte e dall’altra. Se al Campello manca Douglas, ai toscani tocca fare a meno di Calderolli e del capitano Vinicinho, espulso nel recupero infrasettimanale. Nemmeno il tempo di partire che gli arancioneri passano.

Dalla destra Mazzon scatena il suo diagonale ed 1-0 dopo 10”. Rischia anche il raddoppio al -15’52” con una percusssione di Thiago, ma Buti esce e chiude. Ancora Città di Mestre al -12’57” con un contropiede ben orchestrato, Vettore per Zannoni sulla destra, esce Buti e ancora una volta chiude lo specchio. Al -12’14” Zannoni si ferma, tutti temono il peggio per la sua caviglia, ma il centralone arancionero non è uomo da mollare in mezzo alla battaglia, e ricorso alle cure dello staff ritorna in campo senza colpo ferire. Partita sempre in mano ai padroni di casa che al -11’20” ci provano con il tiro di Morillo a colpo sicuro, ma Mallouk devia di testa salvando la propria porta. Al -9’03” è fuori di poco il tiro di Bordignon, mentre al – 6’48” si fanno vivi per la prima volta pericolosamente gli ospiti con il diagonale di Romano da ottima posizione, largo. Al -6’13” primo vero intervento di Putano puntuale nell’uscita su Mallouk. The Wall si ripete al -5’05” coprendo il suo palo per prendere una bordata di Romano. Non può nulla invece sugli sviluppi del calcio d’angolo 4” dopo quando Romano svirgola la conclusione e sulla traiettoria Mallouk lo beffa per il momentaneo pareggio.

Il Città di Mestre reagisce subito e al -3’14” bellissima azione con verticalizzazione di Bordigno che mette Morillo nella posizione di calciare davanti a Buti, ma grande risposta del portiere toscano. Ma il nuovo sorpasso è nell’aria è chi mai poteva segnarlo? Mazzon al 16’59” s’incarica di una punizione e fa partire un missile che batte sotto la traversa e si spegne in fondo alla rete 2-1!!

A -42” Romano prova a beffare Putano, bravo ad alzare sopra la traversa. Dalla parte opposta non fallisce invece Morillo dopo una testarda azione del capitano Biancato. Assist per Rafa e Buti è battuto per la terza volta a 24” dalla conclusione

Stavolta a segnare subito ci pensano i toscani, con Ed Daoudy che beffa Putano per il 3-2 che sembra riaprire la contesa dopo solo 41”. Ma con questo Campello Motors non si scherza e dopo aver incassato la seconda rete, i ragazzi di Candeo ricominciano a macinare gioco. Al -17’38” ci prova Crescenzo, Buti respinge. Al -17’13” Vettore non approfitta di un’ottima opportunità in contropiede. Al -13’51” occasioni in serie con due pali su una punizione ottenuta da Mazzon. Al -13’09” la deviazione di Crescenzo termina a fil di palo. Infine al 7’32” bomber Crescenzo ritrova la via della rete, quattordicesima stagionale, per il 4-2 che permette il meritato allungo. Al -12’04” capitan Biancato fa le prove della sua rete a tu per tu con Buti, ma calcia fuori. Mentre non fallisce subito dopo al 8’06” quando scambia con Peron che lo serve per il 5-2!

Prato prova una timida reazione ma sulla sua strada al -11’38” c’è Putano che alza sopra la traversa. Il portierone arancionero al -10’32” chiude di piede in corner su Ed Daoudy e poi al -10’29” d’istinto devia la deviazione ravvicinata di Pol Novo. Come anche al -9’43” quando si allunga sul suo palo, deviando in corner. Al -8’49” Ed Daoudy alza da posizione ravvicinata, mentre dalla parte opposta è Buti che al -7’21” salva in calcio d’angolo.

Al 13’30” infine Prato alza bandiera bianca. Palla persa in fase difensiva e per Mazzon è un gioco da ragazzi infilare Buti per il definitivo 6-2!

Perché sino alla fine il risultato non cambia più anche se al -4’51” Saul va via sulla destra, cercando un diagonale che lambisce il palo alla destra di Putano e sfiorando la testa di Romano che avrebbe potuto deviare in porta a pochi passi. Sugli ultimi tentativi ospiti infine c’è sempre Putano che non lascia passare nulla al -4’27” mettendo in corner la conclusione di Romano e al –3’33” alzando sulla traversa la punizione sempre dello stesso Romano.


CITTÀ DI MESTRE-PRATO 6-2 (pt 3-1)
CITTÀ DI MESTRE: Putano, Bordignon, Mazzon, Crescenzo, Zannoni, Biancato, Peron, Vettore, Morillo, Resner, D'Erme, Di Odoardo. All. Candeo
LENZI AUTOMOBILI PRATO: Buti, Ed-Daoudy, Romano, Mangione, Novo, Villa, Saul, Brunetti, Bloisi, Mallouk, D'Amico, Caparrini. All. Apicella
ARBITRI: Domenico Di Micco (Cinisello Balsamo), Leonardo Spano (Olbia) CRONO: Simone Di Filippo (Treviso)
MARCATORI: pt 0'10' Mazzon (M), 14'59'' Mallouk (P), 16'59'' Mazzon (M), 19'36'' Morillo (M), st 0'41'' Ed-Daoudy (P), 7'32'' Crescenzo (M), 8'06'' Biancato (M), 13'30'' Mazzon (M)
NOTE: ammonito Saul (P)




Ufficio Stampa Città di Mestre