Potenza, col Torremaggiore scatta il semaforo rosso: la buona prova non serve a racimolare punti

Alla Tensostruttura Dalla Chiesa, arriva la prima sconfitta del 2022 per il Potenza che al cospetto del Torremaggiore, terza forza del campionato, cede per 6-3 in un match valido per il 14° turno del girone G di Serie B che ha visto i rossoblù lucani rimanere aggrappati alla sfida fino a tre minuti dal termine. 

La buona prova in terra daunia non serve però a dare ossigeno ad una classifica che resta molto claudicante. E sabato prossimo c'è il turno di riposo, un turno di riposo imposto dal calendario che cadrà nel momento meno propizio della stagione quando i potentini, appunto, sembra che abbiano trovato il bandolo della matassa sul piano del gioco. Per il Torremaggiore il successo serve a confermare il terzo posto nel girone.

Buon avvio del Potenza che fa un buon pressing inaridendo le azioni offensive del team foggiano che vuole l’intera posta in palio per non perdere contatto dalla vetta. Al 7’ c’è anche una bella combinazione che libera Lorpino al tiro di poco fuori. I lucani però mandano alle ortiche l’ottima partenza con due amnesie che portano i padroni di casa al doppio vantaggio con Bruno Rosa e Mura nel giro di tre minuti (2-0). De Brasi è bravo due volte su Juan Cruz, mentre dall’altra parte è lo spagnolo Gines Vega ad impensierire la porta dei locali.

La ripresa si apre con la rete di Sabadin che rianima il Potenza (2-1). Fallo di Fiotta su Telesca, calcio di rigore per il Potenza che però Goldoni si fa parare dall’estremo difensore che dopo due minuti salva un’altra rete praticamente fatta ancora si Goldoni e poi su Telesca. Partita avvincente, il Torremaggiore sigla il 3-1 con Florio, il Potenza però non molla e con un bolide di Trivigno si porta a meno 1- Non è un pomeriggio fortunato per gli ospiti si capisce quando Gines Vega nel tentativo di anticipare un avversario deposita nella propria porta per il 4-2 in favore dei pugliesi. Grande giocata di Iacopo Mancusi che con un tiro al volo al 15’ impegna il portiere di casa che deve salvarsi in angolo. Il 5-2 di Murgo chiude la pratica. La scelta del portiere di movimento non paga in casa Potenza, anzi il Torremaggiore dilaga con la sesta rete di Pineiro. La terza segnatura di Mancusi a pochi secondi dalla fine addolcisce una pillola comunque amara per il Potenza, la cui sconfitta è penalizzante nelle proporzioni. Per il Potenza ora appuntamento a febbraio (sabato 5) contro il Castellana.

TORREMAGGIORE-POTENZA 6-3 (2-0 pt )

TORREMAGGIORE: Fiotta, Rossa, Heredia, Pineiro, Juan Cruz, Murgo, Mura, Florio, Pazienza, Gentile, Moffa, Di Genova. All Olivieri

POTENZA: De Brasi, Innella, Telesca, Trivigno, Lorpino, Sabadin, Gines Vega, Goldoni, Claps, Mancusi, Miglionico, Sagarese. All. Santarcangelo

ARBITRI: Antonio D’Addato e Francesco Decorato di Barletta; crono: Giacomo Dicataldo di Barletta

MARCATORI: pt 11’51’’ Bruno Rossa (T), 14’07’ Murgo (T), st 0’43’’ Sabadin (P), 10’03’’ Florio (T), 10’26’’ Trivigno (P), 10'58’' autogol Gines Vega (T), 16’08’’ Murgo (T), 18’44’ Pineiro (T), 19’ 23’’ Mancusi (P)


emme elle