Il Bissuola attende di conoscere la prima rivale. De Pieri: “Un privilegio rappresentare il Veneto”

L'8 marzo prenderà il via la fase nazionale di Coppa Italia di C1 e ad aprire i battenti per il Triangolare A, ci sarà la sfida tra l'HSL Mosaico di Bolzano e la New Team di Lignano. Riposerà, pertanto, il Bissuola e la compagine veneziana attende di conoscere il nome della sua prossima avversaria (o la perdente del primo incontro, oppure, in caso di pareggio, giocherà in casa contro il Mosaico, ndr) che affronterà il 15 marzo prossimo. In casa gialloblù si percepisce un'atmosfera elettrizzante. Il direttore sportivo del club veneto, Simone De Pieri, descrive questi giorni di trepidante attesa. 

 

- Cosa ti senti di dire riguardo lo splendido percorso che il Bissuola ha compiuto nella fase regionale di Coppa? 

 

"È stato un grandissimo orgoglio vincere la Coppa Italia regionale, ovvero un obiettivo che ci eravamo prefissati a inizio stagione, ma che, come tutti gli obiettivi massimali, non era facile da raggiungere. Siamo riusciti ad alzare questa coppa per la prima volta nella storia del Bissuola e questo ci riempie di gioia". 

 

- Adesso cosa ti aspetti dal Bissuola in questa fase nazionale? C'è un obiettivo minimo che la società ha posto per il torneo? 

 

"Avere il privilegio di poter rappresentare il Veneto in questa fase nazionale ci trasmette una grande responsabilità. Affronteremo questa fase un passo alla volta e gara dopo gara capiremo fino a che punto potremo arrivare". 

 

- C'è un messaggio che vuoi rivolgere ai giocatori e condividere con i lettori? 

 

"I ragazzi sanno benissimo quali sono le potenzialità del gruppo e quali sono gli obiettivi della stagione. Io a loro dico solamente questo: i tifosi già stanno sognando; trasformate i loro sogni in realtà".

 

lm