Cormar RC, seconda vittoria di fila: poker di Francini, superate con merito le Aquile Molfetta

Cormar Reggio Calabria sulla strada della continuità. La compagine reggina allenata da Pasquale Praticò concede il bis e, dopo la vittoria all’esordio col Bovalino, trova altri tre punti importanti nella prima stagionale al PalaBotteghelle, superando le Aquile Molfetta. Pugliesi senza il vicecapitano Murolo e, forfait dell’ultim’ora, Reyno; padroni di casa senza Maluko squalificato.

PRIMO TEMPO – Partenza perfetta dei reggini che con i due uomini più rappresentativi del gruppo, capitan Martino e Cilione, confezionano il gol dell’1-0. Lancio preciso del capitano, frustata di testa del numero 6, oggi all’esordio in campionato dopo l’assenza di Bovalino, e che ci impiega di fatto 27’’ a sbloccare il punteggio. L’immediato vantaggio galvanizza i padroni di casa e lo si capisce dalla spettacolare sforbiciata di Francini che trova però attentissimo Strippoli. Spinge la Cormar: Dentini esalta ancora i riflessi di Strippoli, poi Cilione ci prova a giro, ma non inquadra non specchio. In precedenza, il Molfetta si era reso pericoloso con un paio di tentativi di Rella, migliore in campo dei suoi, sui quali Martino fa ottima guardia. Palla messa fuori da Adornato su invito di Francini, palo invece per Torino che da due passi non riesce in spaccata a correggere dentro. Cormar che chiude in attacco il primo tempo, dando l’impressione di poter trovare il raddoppio ed è ciò che accade a 25’’ dalla sirena, con Caio che si fa tutto il campo per poi spedire in fondo al sacco il tiro che vale il 2-0. C’è ancora tempo prima della sirena, per l’azione Cilione-Torino con quest’ultimo che non ci arriva sulla palla messa in mezzo dall’esperto compagno di squadra.

SECONDO TEMPO – Al rientro dagli spogliatoi mister Recchia, con coraggio, si gioca subito la carta del quinto di movimento provando a sorprendere la difesa della Cormar. La mossa del tecnico pugliese, però, non trova gli effetti sperati e Francini alla prima occasione disegna l’arcobaleno vincente che vale il 3-0. Fuori di un soffio il tentativo di Martino, sempre sul power-play avversario, mentre Francini si ripete poco dopo ancora dalla propria metà campo, dopo l’ennesimo recupero difensivo di Caio che calcia qualche istante dopo a porta vuota, anche lui, non trovando però il bersaglio grosso. Sul 4-0 la gara vive una fase di stanca, con la Cormar brava a gestire ed il Molfetta che cerca di riaprire il match.

Di Benedetto non riesce a capitalizzare in contropiede alzando la mira a porta spalancata; sfortunati i biancorossi quando la carambola innescata da una deviazione di Cilione, manda il pallone sulla traversa. Reggini allora di nuovo in avanti: Martino, altro assist del suo pomeriggio, trova l’inzuccata vincente di Francini per il pallonetto che vale il 5-0 dei padroni di casa. Occasioni che si susseguono: altra traversa, stavolta colpita da un attivissimo Salvatore Di Benedetto che poi lascia anzitempo il match, espulso per doppia ammonizione. Dopo il montante colpito, Martino tira giù la saracinesca su Rella. Con l’uomo in più, Reggio Calabria aumenta il proprio margine di vantaggio: Francini indossa i panni dell’assist-man ed è puntuale l’intervento sul secondo palo di Adornato (che partita del giovanotto reggino!) che segna ancora ripetendosi dopo la doppietta di Bovalino. Attento nuovamente capitan Martino (clean-sheet per lui) che dice di no in uscita ad Agostino Murolo e di fatto le occasioni delle Aquile si esauriscono qui, a 6’23’’ dalla sirena finale. Cormar che, al contrario, trova la via della rete in altre due occasioni. Gran palla di Dentini per Caio che vede però respinta la sua doppia conclusione; irrompe Francini che timbra la sua quarta rete del pomeriggio, la settima dei calabresi che poi, a 46’’ dalla fine, recuperano palla con Torino che supera l’incolpevole Strippoli in uscita, centrando la sua seconda rete stagionale.

Gara che termina qui e alla quale segue il terzo tempo organizzato dal club di casa. Complimenti agli avversari, che non hanno mai mollato, dimostrandosi peraltro veri signori dentro e fuori dal rettangolo di gioco. Cormar che si gode il secondo successo consecutivo e con fiducia inizia a pensare adesso al prossimo impegno di campionato in casa del quotato Benevento. 


CORMAR REGGIO CALABRIA-AQUILE MOLFETTA (pt 2-0) 8-0
CORMAR RC: Calabrese, Adornato, Casile, Cilione, Caio Jr, Francini, Cimarosa, Dentini, Torino, Martino, F. Labate, A. Labate. All. Praticò.
AQUILE MOLFETTA: Strippoli, Rafanelli, Iessi, Rella, Ortiz, F. Di Benedetto, Adami, Andriani, S. Di Benedetto, De Gennaro, L. Murolo, A. Murolo. All. Recchia.
ARBITRI: Adriani di Viterbo e Pulimeno di Roma 1. Crono: Tino di Lamezia Terme.
MARCATORI: pt 0’27’’ Cilione, 19’35’’ Caio Jr; st 2’11’’, 3’42’’ e 7’51’’ Francini, 11’49’’ Adornato, 17’44’’ Francini, 19’14’’ Torino.
NOTE: espulso a 9’53’’ del st S. Di Benedetto per doppia ammonizione.

 

Ufficio Stampa Cormar RC