breaking news New

21/02/2021 13:14

Cuore, carattere e determinazione: il Pontedera fa festa per il pari in rimonta a Sant'Agata

Si scrive resilienza, si legge Pontedera. A Sant'Agata Bolognese, i ragazzi di mister Sardelli tirano fuori le unghie e i denti strappando un pareggio per 3-3 che permette al Pontedera di agganciare l'Aposa e tirarsi fuori dalla zona playout. Di fronte alla formazione emiliana, Caciagli e compagni hanno tirato fuori un secondo tempo davvero da applausi. 20 minuti dove il Futsal Pontedera ha fatto vedere tutte le sue qualità, sia tecniche che mentali, mettendo spesso alle corde un Sant'Agata apparso leggermente appannato al terzo impegno in una settimana. In mezzo a una grande performance di tutta la squadra, va sottolineato sicuramente il rientro in campo dopo tre mesi di Fabrizio Camero che, come in una meravigliosa sceneggiatura hollywoodiana, ha griffato con la doppietta decisiva la rimonta bianconera, suggellata alla fine dal tiro libero di Ammendola parato da Iacoponi. Mercoledì sera si torna subito in campo per affrontare il Modena Cavezzo, altra trasferta in terra emiliana alla ricerca di punti importanti per la classifica.

Nelle fasi iniziali di gara le due squadre si studiano a lungo. A prendere un leggero predominio nel possesso palla è il Sant'Agata. Il Futsal Pontedera prova a colpire in contropiede su Pisconti, un attento Zoboli devia in angolo. I bianconeri si difendono con ordine, Iacoponi salva su Massaro e il punteggio rimane in parità. A spezzare l'equilibrio è un'imbucata per Di Norcia che coglie alle spalle la linea difensiva del Pontedera e segna l'1-0. A sorpresa, mister Sardelli chiama il portiere di movimento. Su una ripartenza del Sant'Agata, un intervento da dietro costa a capitan Caciagli il rosso che lo manda anzitempo sotto la doccia. In superiorità numerica, i padroni di casa siglano il raddoppio con Halitjaha.

In avvio di ripresa si capisce fin da subito che le intenzioni del Pontedera sono serie e che gli occhi sono quelli della tigre per i bianconeri. Pisconti chiama subito in causa Zoboli che in spaccata toglie le castagne dal fuoco. Poco più tardi il portiere emiliano risponde presente su una conclusione di Salvadori, sulla respinta G. Camero colpisce il palo, arriva Losada che manca lo specchio della porta. In contropiede, G. Camero supera in dribbling Zoboli ma viene murato da tutto il resto del Sant'Agata. A metà del secondo tempo Losada si guadagna un calcio di rigore per fallo di Zoboli. Dal dischetto va lo stesso argentino che accorcia le distanze. Il Futsal Pontedera tiene alta la pressione, ma su un capovolgimento di fronte Pozzi mette al centro per Beltrami che trova l'opposizione di Iacoponi, il più lesto sulla ribattuta è Ammendola che fa 3-1. Spalle al muro, i bianconeri giocano il tutto per tutto con il portiere di movimento. Ed è in questa fase di gara che sale in cattedra Fabrizio Camero. Il numero 8 bianconero, assente a lungo per infortunio, firma il suo rientro con la doppietta che porta il risultato sul 3-3. Il finale è incandescente. La coppia arbitrale assegna un tiro libero ai padroni di casa, Iacoponi dice "no" ad Ammendola e così può cominciare la festa tra i ragazzi di mister Sardelli. 



Ufficio Stampa Pontedera