Cus Ancona ko, i Grifoni verso il test di Prato. Stoppini: "Una partita da preparare come al solito"

A un certo punto, dopo il rigore di Quercetti che aveva dimezzato il passivo per il Cus Ancona, era affiorato un po’ di timore tra il pubblico che ha gremito gli spalti del Palasport di Spello, ripresentatosi dopo il gol del 4-2 ospite, ma soprattutto per il fatto che con cinque falli da gestire i tempi supplementari sarebbero stati una vera sofferenza. Invece i Grifoni hanno superato con grande carattere anche questa prova, coscienti comunque di aver dovuto ricorrere a tutte le loro forze per avere ragione di un Cus Ancona uscito dal campo a testa altissima.


"E' stata in effetti una partita molto combattuta, su tutti i fronti - è stato il giudizio espresso nel dopo-gara da Lorenzo Stoppini. - Debbo dire che noi portieri abbiamo fatto tutti e due un'ottima partita, anche gli attaccanti si sono dati da fare. Comunque in generale abbiamo fatto un'ottima prestazione”. 


Il cammino dei Grifoni, dunque, continua e nel prossimo turno la squadra di Stefano Picchietti incrocerà il Futsal Prato: in palio, nel doppio confronto in programma tra il 18 e il 25 maggio, un posto tra le quattro protagoniste del quadrangolare di Faenza, che all’inizio di giugno deciderà le ultime due squadre da promuovere in A2. Quella che i Grifoni hanno iniziato è una delle settimane topiche della stagione rossoblù.


“Sì, è così: adesso sotto con la semifinale contro il Prato. Continueremo a lavorare come fatto ogni settimana: alla fine vedremo se meritiamo di vincere questi playoff”.