breaking news
  • 25/05/2022 20:32 Serie A2, tutto confermato: Melilli-Gisinti Pistoia si gioca al PalaCatania (ore 17)
  • 25/05/2022 17:21 Serie B, il Futsal Prato comunica che Luca Pullerà non è più il tecnico della squadra
  • 24/05/2022 18:42 Under 19, playoff: la Lazio vince 5-1 in casa della Leonardo e si qualifica per i quarti
  • 24/05/2022 18:34 Serie AF. Semifinale scudetto, gara-3 tra Pescara e Lazio anticipata al 27 maggio

21/01/2022 18:23

Detta suona la riscossa del Sala Consilina: ''Da Viterbo dimostreremo di valere l'alta classifica''

La domanda più ovvia per iniziare ala chiacchierata con Giuseppe Detta, presidente dello Sporting Sala Consilina, riguarda il 12-0 rifilato all’Academy Pescara: quanto fa testo la vittoria nel recupero di martedì'?


“Il numero delle reti è relativo. Mister Cafù, dopo aver portato a termine alcuni acquisti, ha voluto testare il ritmo e le intese con il resto delle pedine e contro il Pescara abbiamo avuto modo di sperimentare e rifinire il tutto”.


Un’analisi che sentiamo di condividere: serviva una buona iniezione di fiducia, che c’è stata. Ed era importante che arrivasse alla vigilia dell’inizio del girone di ritorno, che subito proporrà un esame di fondamentale importanza a Viterbo.


- Presidente, il primato dell'Active ha rivalutato il 2-4 che vi impose in casa all'esordio? Ma rispetto ad allora come vedi lo Sporting sul piano delle possibilità di fare risultato?


“Abbiamo lavorato duro sin dall’inizio della stagione come tutte le altre nostre colleghe, ma le sconfitte ed i rallentamenti avuti sin dall’inizio, come il risultato negativo con l’Active, hanno scosso molto il nostro ambiente e da quel giorno sono cambiate molte cose. Siamo una compagine giovane ma molto tenace, abbiamo voglia di risalire velocemente perché non ci sentiamo inferiori a nessuno. Quando abbiamo perso è successo di misura e negli ultimi secondi di gare combattutissime. Questo dimostra che il gruppo c’era ma aveva bisogno di qualche ingrediente in più ed è proprio su questo che noi stiamo lavorando. Ci sentiamo pronti in questo girone di ritorno di affrontare e recuperare il terreno perso. La prossima gara sarà con l’Active, appunto, ma non facciamo distinzioni di nomi: per noi, da oggi, ogni partita è fondamentale”.


- Gli innesti del mercato di riparazione hanno fatto crescere il livello di competitività della squadra, ritieni che possa rientrare in corsa per giocarsi uno dei posti utili per la bagarre promozione?


“Sin dalle prime dichiarazioni abbiamo confessato di stare sempre sul mercato, quindi il nostro non è mai stato un mercato di riparazione ma di completamento e, soprattutto, non ci siamo mai sentiti fuori dai giochi. Per alcune squadre ora è tempo di dare il massimo ma noi abbiamo già schiacciato sull’acceleratore, ora siamo competitivi e lo dimostreremo”.


- L’ultima cosa… Quale è il tuo più grande cruccio di questa stagione?


“Nessun cruccio. Dall’inizio, dopo aver letto il nostro nome in questo girone, abbiamo capito che sarebbe stato difficile, questo è un girone di ferro e noi ci siamo dovuti adeguare”.







Nella foto Palmieri: Diego Carducci, autore di tre gol nel recupero con l'Academy Pescara