breaking news
  • 14/05/2021 22:44 Serie A2 Femminile, playout girone C: Spartak Caserta-FB5 il 23 maggio, gara-2 il 6 giugno
  • 14/05/2021 22:43 Serie A, le nuove date dei playout: Aniene-Mantova sabato 22 maggio, ritorno il 29
  • 14/05/2021 22:39 Piemonte, Serie C1: Avis Isola-Top Five 5-1 nell'anticipo della 7ª giornata di andata
  • 13/05/2021 22:44 Puglia, Serie C1: nel recupero della seconda giornata Futsal Noci-Brindisi 4-1

26/03/2021 10:30

Di Biasi spinge in alto la Domus: “Col Monferrato è la prima di quattro finali. Siamo pronti!”

Con un eloquente 7-0 in casa del Leon Monza Brianza, nel derby, la Domus Bresso si rialza e lo fa in maniera netta, lanciando un chiaro messaggio alle dirette concorrenti per la lotta ai play-off. Mattatore dell’incontro è stato Matteo Di Biasi, autore di una tripletta, per una vittoria che pone la squadra nella migliore condizione mentale possibile, in vista anche del prossimo impegno, domani contro il Monferrato.

“Sì, dovevamo riscattare la sconfitta dell’andata e abbiamo fatto una prestazione di livello – dice Di Biasi. – Abbiamo preparato la gara in settimana al meglio delle nostre possibilità, pur avendo un’assenza pesante, come quella di Beppe Surace, squalificato. Sono molto felice per aver contribuito alla vittoria della Domus. Fare gol è sempre bello e soprattutto farlo in un derby abbastanza sentito come questo, lo è ancora di più”.

Contro il Monferrato è, a tutti gli effetti, uno scontro diretto per i play-off. Vincere potrebbe voler dire davvero tanto…

“Tutte le partite che ci rimangono sono importanti in egual modo per raggiungere il nostro obiettivo. Sabato abbiamo il Monferrato e lo affronteremo come se fosse la prima di queste ultime quattro giornate che per noi sono come delle finali. Cercheremo di fare il nostro meglio e di portare i tre punti a casa nostra”.

Di Biasi si sofferma poi sul livello generale del campionato.

“Nonostante questa situazione, il virus, i rinvii e tutto il resto, il campionato è stato molto livellato e raggiungere i play-off non è cosa facile già in situazioni normali, figurarsi quest’anno. Ma la cosa più bella è il fatto di poter fare questo sport essendo controllati con tamponi settimanali che tutelano noi e i nostri avversari, nella speranza ovviamente di tornare al più presto alla normalità”.


(Foto: Gandolfo)