Domus, conto alla rovescia terminato. Sasso: ''Esperienza unica, ma giocheremo senza assilli''

Il semaforo verde sta per scattare. La Domus Bresso, dopo aver vinto il girone A di Serie B con quattro turni di anticipo, si appresta a vivere le emozioni forti della Final Eight di Policoro. Giovedì mattina, nell'impianto ionico, c'è la sfida ai romani dello Sporting Hornets nel primo match dei quarti. 

Fa il punto della situazione in casa lombarda il laterale Lorenzo Sasso che nelle ultime ore ha potuto anche raggiungere un traguardo professionale extra-sportivo di grande rilievo, come la laurea in Informatica: a Lorenzo giungano ovviamente le sincere felicitazioni della redazione di Calcio a 5 Anteprima.

"La Final Eight è un traguardo a cui la nostra società ambiva da anni, siamo davvero felici di poter giocare una vetrina che rappresenta una grande opportunità per tutti. Andremo a Policoro senza grandi assilli nonostante sia la nostra prima volta, sarà importante partire bene".

Prima partita contro lo Sporting Hornets.

"Abbiamo studiato i nostri avversari, sia loro ma anche noi avremo forse qualche problemino per le ampie dimensioni del campo, per il resto abbiamo preparato bene la gara, vogliamo dare il meglio ma ripeto senza pressioni. L'obiettivo principale è divertirsi, poi se passiamo il turno tanto meglio".

Facendo un piccolo passo indietro, quali sono state le sensazioni provate per questa vittoria del campionato e quale è stata la gara in cui si è capito che la promozione era a portata di mano.

"E' stata la vittoria del gruppo e della costanza, nel lavoro e nell'applicazione - prosegue Sasso - credo che la partita della svolta sia stata ad inizio marzo contro il Sardinia lì in casa loro. Eravamo senza Surace, ma da quella affermazione abbiamo capito che avremmo vinto il campionato e, contestualmente, avremmo giocato la Final Eight".


emme elle