Dos Santos si gioca l'uno fisso contro il Cus Ancona: ''L'Altamarca si salverà, lo vogliamo tutti''

Christian Dos Santos ha certamente masticato amaro sabato scorso quando ha visto il Città di Mestre rimontare due gol nei cinque minuti conclusivi di un derby che l’Altamura stava quasi portando a casa. Ma quando ha segnato il 2-0 al Franchetti, l’ex Sedico avrà sicuramente pensato: “E’ fatta!”.


- E invece cosa è successo? Merito loro il 2-2 o c'è anche qualche colpa vostra per esservi fatti riprendere?


“Sono contento da un lato per la prima doppietta stagionale, una bella soddisfazione dopo tutto quello che ho vissuto. Ma deluso assolutamente per il resultato: avevamo i tre punti in mano e purtroppo ce li siamo lasciati scappare. Dovremo cercare di riprenderli da queste prossime partite, che sono fondamentali per la nostra salvezza”.


- Se il campionato si chiudesse oggi per l'Altamarca non ci sarebbero appelli. Invece domani avete l'impegno in casa con il Cus Ancona che ovviamente sarete chiamati a vincere a tutti i costi…


“Certo. per noi ora tutte le gare sono importantissime, abbiamo bisogno di punti e stiamo lavorando molto per raggiungere questo obiettivo: la società vuole la salvezza. E la vogliamo tutti noi, non possiamo nemmeno pensare ad un’alternativa”..


- La classifica dice che c’è una bagarre per evitare la retrocessione diretta e i playout: calendario alla mano l'Altamarca può riuscire a mettersi in salvo evitando pericolose appendici?


“Noi abbiamo un bel gruppo, che sicuro sta facendo di più del suo in questo momento. Crediamo nella salvezza diretta, cercheremo in tutti i modi di ottenerla”.


Un’assenza pesante domani per Miranda, costretto a fare a meno di Alvise Rosso per un fastidio lamentato alla coscia sinistra.