Douglas carica il Città di Mestre: “E’ arrivato il momento di centrare la prima vittoria in casa”

Città di Mestre, tre trasferte e tre risultati utili consecutivi e la classifica che respira ma non è ancora finita. Servono tanti altri punti e serve ancora continuità, quella che manca per esempio al Franchetti.

Così sabato prossimo si torna a casa per cercare di dimenticare l’ultima non certo esaltante prestazione, con un Campello Motors Città di Mestre che non era quello delle ultime uscite.

Nel frattempo gli arancioneri hanno riacquistato maggiore consapevolezza nei loro mezzi, hanno saputo esaltarsi nei momenti di difficoltà, piuttosto che arretrare, sembra abbiano ritrovato il sorriso e la voglia di giocare assieme.

E sabato contro il Città di Massa i tifosi, collegati sulla pagina Fb della società, attendono di vedere proprio queste caratteristiche. E di vedere all’opera i portacolori con lo stesso spirito che hanno messo in campo ad Aosta, a Prato e a Villorba.

Proprio col Villorba la vittoria è sfuggita per un soffio, con un 3-3 che i villorbesi hanno conquistato in rimonta, recuperando due doppi svantaggi. Maturati anche grazie alle reti di Douglas, autore di una doppietta che ha rischiato di consegnare al Campello tre preziosi punti.

Abbiamo sbagliato tanto e probabilmente abbiamo perso due punti - esordisce lo stesso goleador. - Manca probabilmente la giusta cattiveria, l’esperienza. L’esperienza che potrebbe tornare utile in questo momento. Quella che ti porterebbe a fare certe scelte in momenti della partita, piuttosto che altre. E poi prendere gol che potresti evitare. Fare la scelta giusta al momento giusto.”

In un quadro comunque positivo con una squadra, come dicevamo prima, ritrovatasi con il passare delle partite, dovuto anche al fatto che molti giocatori nuovi stanno cominciando a conoscersi.

Abbiamo dovuto sempre fare a meno di almeno un paio di giocatori. Adesso invece stiamo piano piano riprendendo e stiamo imparando a conoscerci tra di noi. Come giochiamo, come preferiamo ricevere palla, come affrontiamo le difese schierate. Poi con l’arrivo di Antonio Candeo ci siamo trovati già a buon punto perché alcuni di noi avevano già lavorato con lui. Stiamo lavorando sul gruppo e sul sistema di gioco. Anche il rientro di Zannoni ha contribuito al miglioramento del reparto difensivo.”

Quella difesa che sabato con il Città di Massa dovrà fare un’altra prestazione maiuscola senza l’apporto anche di capitan Biancato, squalificato.

L’ultima volta al Franchetti è stato un disastro. Sabato cerchiamo la vittoria in casa che ancora non abbiamo. Adesso è arrivato il momento. Adesso è il momento di dimostrare quello che siamo. Dimostrare quello che sappiamo fare, ai nostri tifosi di far capire che a casa comandiamo noi. Anche perché finalmente abbiamo ritrovato tutti al 100%, come Mazzon e Thiago che sono stati assenti, o non al massimo, nelle ultime prestazioni.”

E allora avanti al prossimo appuntamento. Il Città di Massa è dietro l’angolo.