Dozzese, big-match con la Ternana. Vanni: “Sarà dura, dobbiamo giocare con intelligenza e astuzia”

Il girone B di Serie A2 è sicuramente uno dei raggruppamenti più equilibrati e non è un caso se dunque per la Dozzese quasi ogni fine settimana si parla di big-match. Dopo il pareggio per 6-6 nel derby con il Russi, la formazione imolese domani è infatti attesa dalla sfida casalinga contro la Unicusano Ternana; la compagine umbra, attualmente capolista insieme alla stessa Dozzese e al Bologna ma con una partita in più rispetto alle due rivali dell'Emilia-Romagna, è reduce dal pokerissimo rifilato al Real Fabrica ed è pronta a tutto per difendere e consolidare il primato. 

Alla viglia del match Leonardo Vanni, tecnico dei romagnoli, ci ha aiutato ad analizzare i possibili temi della grande sfida che andrà in scena al PalaCavina di Imola. 

- Mister, quali sono stati gli insegnamenti più importanti ricevuti dalla sfida con il Russi che hai cercato di sfruttare nella preparazione del match con la Ternana? 

"La partita con il Russi penso che abbia lasciato dentro ognuno dei nostri giocatori la consapevolezza che per vincere qualsiasi partita devi entrare in campo con grinta e determinazione senza mai sottovalutare nessuno".

- Domani che tipo di partita dobbiamo aspettarci, considerando le caratteristiche dell'avversario? 

"Loro sono un’ottima squadra ed hanno in Sachet un leader in campo e fuori che in qualsiasi momento può far girare la partita a loro favore. Noi dobbiamo giocare con intelligenza ed astuzia sapendo che sarà dura fino alla fine".

- Ci sarà qualche avversario da tenere d'occhio? Magari quel Toni Jodas che tanto bene ha fatto l'anno scorso al Città di Massa nonostante le mille difficoltà di stagione...

"Sì, Jodas e Sachet sono i giocatori più importanti, ma non sottovaluterei tutto l’impianto di gioco tessuto da un ottimo mister come Federico Pellegrini. Bisognerà essere attenti e gestire bene le loro manovre di attacco, sempre pericolose".

- Creaco nella scorsa partita ha ritrovato anche il gol. Quanto è importante per voi aver recuperato quasi totalmente un giocatore come Angelo?

"Creaco è un giocatore di categorie superiori e con una intelligenza tattica assoluta. Quando sarà al 100%, ci darà un vantaggio notevole sulle altre squadre, ma ora non deve correre: deve recuperare bene per essere determinante nella seconda parte di campionato".


l.m.