E' un Fior di Alemao quest'Hellas: il brasiliano segna, il portiere custodisce, Verona può sognare?

Tanta voglia di sorrisi in casa Hellas. Anzi, diciamolo pure, è la settimana dei sorrisi. Perché l’Hellas, che già aveva compiuto un capolavoro sportivo andando a vincere a Mantova in Coppa Italia, è andata vicina al bis, portandosi a casa un 2-2 che conferma quanto la squadra scaligera sia maturata (flop di Cagliari a parte. una vera e propria isola nel mare della continuità) in questo girone di ritorno. E scambiando due battute con Alessandro Fior e Alemao ci si accorge che si va esattamente nel bel mezzo di chi questi grandi sorrisi li ha provocati. 


Il brasiliano ha timbrato il gol del pareggio (di Alba quello del momentaneo 1-1): gioisce a giusto titolo.


“Sapevamo che sarebbe stata una partita dura, quello che facciamo in allenamento ogni settimana siamo riusciti a ripeterlo in partita, pareggiando alla fine. Portiamo a casa un punto importantissimo per la classifica. E adesso pensiamo alle partite che ci attendono, cominciando da quella di sabato con la Leonardo, perché a questo punto dico che possiamo anche sognare. E sappiamo tutto che sognare è bello”.


E per un Alemao che segna, c’è un Fior che difende molto bene la porta. Il rigore neutralizzato raddoppia il valore del punto del “Neolù”.


“In quei veloci momenti devi decidere che fare  – spiega il portiere – perché non si sa dove si tira, provi ad indovinare.A Mantova sono stato fortunato, sono riuscito a dare una mano alla squadra e sono contento. Spero di continuare così anche in futuro”.


- La classifica è la cartina tornasole del momento dell’Hellas: è davvero diventata una squadra matura o manca ancora qualcosa?

 

“Possiamo sempre migliorare – riprende Fiore – manca la costanza di dare sempre il meglio in tutte le partite. Anche sabato scorso, ad esempio, abbiamo iniziato un po’ sotto tono, forse la vittoria in Coppa ci ha condizionato, ma abbiamo dimostrato di saperci riprendere e tirare fuori gli attributi quando serve”.



CLICCA QUI PER VEDERE LA DOPPIA INTERVISTA AI DUE GIOCATORI DELL'HELLAS